ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSps Italia

A Parma la fiera sull’automazione industriale

di Natascia Ronchetti

3' di lettura

Si concentrano soprattutto nel Nord Italia, tra Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, dove svettano grandi multinazionali che sviluppano il 75% del fatturato complessivo del settore, oltre 5 miliardi. Adesso le aziende dell’industria elettronica ed elettrotecnica si presentano a Sps Italia, la fiera dell’automazione e del digitale per l’industria prevista a Parma dal 24 al 26 maggio, dopo aver archiviato il tracollo del 2020, quando in piena emergenza sanitaria persero il 13% del volume d’affari. «Dopo aver riassorbito tutte le perdite, ci prepariamo a chiudere il 2021 con una crescita che potrebbe avvicinarsi al 20%», conferma Fabrizio Scovenna, presidente dell’associazione di categoria Anie.

La manifestazione emiliana, giunta alla decima edizione, è organizzata da Messe Frankfurt Italia e da Fiere di Parma. Ed è pronta, con 800 espositori, a superare i numeri del 2019, quando i visitatori furono oltre 41mila. Soprattutto a tastare il polso di un mercato caratterizzato da una forte impennata della domanda a cui non corrisponde un incremento della produzione di componentistica elettronica, il cui cuore produttivo resta l’Asia, in particolare Taiwan. La pandemia ha infatti lasciato il segno, rallentando i ritmi produttivi. «L’Unione europea ha varato un piano per aumentare la nostra autonomia nella produzione di chip, per sganciarci dalla dipendenza dall’Asia da un lato e dagli Usa dall’altro – spiega Scovenna -. Ma per adesso probabilmente, a fronte di un alto quantitativo di ordini, non riusciremo a garantire le consegne nei tempi previsti, con ricadute sul fatturato».

Loading...

La manifestazione emiliana mostra anche il forte impegno delle aziende del settore per la sostenibilità. Anche per questo, come osserva Donald Wich, amministratore delegato di Messe Frankfurt Italia, «in occasione di questa decima edizione abbiamo scelto di dedicare un osservatorio alla sostenibilità in ambito industriale, guardando con attenzione alle transizioni gemelle, quella digitale e quella ecologica, che guideranno i prossimi sviluppi nel manifatturiero, anche alla luce del nuovo Pnrr».

Tra i colossi presenti al salone che stanno investendo sulla produzione sostenibile, c’è Siemens, con la divisione tricolore dell’omonima multinazionale tedesca, tech company da oltre 62 miliardi di fatturato (e 303 mila dipendenti nel mondo), dei quali 1,8 sviluppati in Italia, dove conta 2.700 collaboratori. Con Simatic industrial edge Siemens ha realizzato un sistema hardware e software customizzato per adeguarlo alle esigenze delle singole aziende. «Sistema, applicabile a tutti i settori manifatturieri, che può essere utilizzato sulla singola macchina o anche sull’intera linea produttiva per verificarne l’efficienza dal punto di vita energetico, consentendo di intervenire per migliorarne il rendimento», spiega Massimiliano Galli, Business segment head automation system di Siemens Italia. «Un sistema inclusivo – prosegue Galli – richiesto prevalentemente dalle aziende molto energivore». Sps occupa sei padiglioni. Tre dedicati alle aziende espositrici, uno occupato da District 4.0, il percorso dimostrativo con demo funzionanti che in due padiglioni accompagna il visitatore in un viaggio attraverso le innovazioni di frontiera per l’industria. Un altro padiglione, infine, è il proseguimento dell’area espositiva per tavole rotonde e convegni scientifici. L’area District 4.0 quest’anno è però ampliata, con un nuovo spazio dedicato all’additive manufacturing, dalla produzione allo sviluppo prodotto, dalla prototipazione alla digitalizzazione, con il contributo di Formnext, la manifestazione più importante al mondo per le tecnologie additive di Messe Frankfurt. Quanto al nuovo osservatorio, avrà il compito di valutare la diffusione delle iniziative green nell’industria. I migliori progetti saranno premiati con un award.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti