ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEnergia

A Stoccolma brilla Ox2, vende 49% in 3 progetti eolici Inkga Group (Ikea)

Con un pagamento iniziale di 610 milioni di corone svedesi (57 milioni di euro circa), seguita da un successivo pagamento dopo il completamento degli iter autorizzativi dei progetti

di Giuliana Licini

(xanto91 - stock.adobe.com)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Ox2 brilla alla Borsa di Stoccolma, dopo la cessione del 49% in tre progetti di sviluppo eolico offshore a Inkga Group, proprietario della maggior parte di negozi Ikea nel mondo, che intende investire nelle energie rinnovabili fino a 6,5 miliardi di euro entro il 2030. Il titolo della società svedese di energie rinnovabili è arrivato a guadagnare oltre due punti. Ox2 ha annunciato di avere venduto la quota nei 3 progetti a Ingka Investments, il braccio finanziario di Ingka Group, con un pagamento iniziale di 610 milioni di corone svedesi (57 milioni di euro circa), seguita da un successivo pagamento dopo il completamento degli iter autorizzativi dei progetti, se le parti intendono andare avanti, pari a 100mila euro per Mw per il 49% della capacità prevista, che è in totale di un massimo di 9.000 Mw.

La transazione – precisa la società – avrà un impatto positivo sull’utile operativo per 584 milioni nella seconda metà del 2022 e, una volta finalizzata la cessione, Ox2 prevede un utile operativo per l’intero 2022 leggermente al di sopra di 1 miliardo di corone. I tre progetti offshore, due sul Baltico e uno sulla costa sud-occidentale della Svezia, hanno un potenziale di produzione fino a 38 Twh, pari al oltre il 25% dell’elettricità consumato nel Paese nel 2021. I progetti sono in fase di sviluppo, nel senso che sono state presentate le richieste di autorizzazione per la realizzazione del parco eolico. In precedenza Ox2 ha venduto nove parchi eolici e un parco solare a Ingka Group e finora la società ha speso circa 200 milioni di corone per lo sviluppo dei tre progetti.

Loading...

«La transazione - spiega una nota – permette a Ox2 di continuare ad ampliare la sua organizzazione e le sue capacità offshore e, al termine della transazione, i costi di sviluppo saranno condivisi in base alle rispettive quote di proprietà». L’operazione, che richiede le normali autorizzazioni antitrust, dovrebbe essere completata entro due mesi. «Abbiamo ricevuto un grande interesse da parte del mercato per unirci a noi nell'importante missione di introdurre la produzione di energia eolica offshore su vasta scala nel sistema svedese. Abbiamo fiducia nel fatto che l’alleanza (con Ingka Group) avrà successo e i parchi eolici creeranno opportunità di lavoro e di business di lungo termine», ha dichiarato il ceo di Ox2, Paul Stormoen, citato in una nota. «Questa collaborazione – ha spiegato il ceo di Ingka Investments, Peter van der Poel – è un'iniziativa forte per espandere le nostre attività di investimento a favore della riduzione dell’impatto climatico ben oltre il nostro consumo e nella nostra catena di valore. Stiamo aumentando i nostri investimenti e impegni globali nelle energie rinnovabili da oltre 3 miliardi di euro oggi a 6,5 miliardi di euro prima del 2030».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti