Fiere

A Tortona va in scena l’orologeria con Watches of Italy

La mostra/mercato Watches of Italy si svolgerà sabato 25 e domenica 26 settembre al Museo delle Macchine Agricole “Orsi”

di Paco Guarnaccia

2' di lettura

Tortona si prepara a ospitare la seconda edizione della mostra/mercato Watches of Italy (W.O.I.) in calendario sabato 25 e domenica 26 settembre, all'interno del Museo delle Macchine Agricole “Orsi” (in via Emilia 446). I protagonisti assoluti della manifestazione sono brand orologieri indipendenti (come Brera Milano, Memphis Belle Military Watches, Fonderia Lab, Aion Watch e Allemano Watch), ma anche aziende, artigiani o designer che lavorano per questo settore come fornitori di accessori (ad esempio i cinturini o le scatole) o per la progettazione e la creatività (come il design o la prototipazione) che sveleranno le loro novità principali.

Tutte realtà italiane o estere (ma dal forte dna italiano) che si sono unite nel gruppo W.O.I – Watches of Italy che è stato istituito nel 2019 (e attualmente conta circa 70 adesioni) per fare networking e dare maggiore risalto agli operatori nostrani del mondo delle lancette, anche tramite eventi come questo, senza richiedere i grandi budget delle fiere più conosciute del settore. Come spiega Fabrizio Dellachà, founder di W.O.I., la kermesse dell'anno scorso aveva registrato circa «2mila accessi, a fronte di circa 400 ticket prenotati online: un record se rapportato al periodo pandemico e alle restrizioni in essere all'epoca. Quest'anno il numero delle prenotazioni è molto vicino alle presenze totali del 2020 e quindi mi aspetto numeri ben superiori».

Loading...

Ancora una volta a patrocinare l'evento è il comune di Tortona. Il sindaco Federico Chiodi dice: «Watches Of Italy può essere un utile volano di crescita e sviluppo per quanto attiene sia la produzione industriale ed enoagroalimentare, sia la ricettività turistica di macroaree. Durante W.O.I del 2020 abbiamo registrato il tutto esaurito in città e nei centri limitrofi pressoché in tutte le strutture ricettive e nei locali di ristorazione». Inoltre, anticipa Chiodi: «Stiamo già lavorando ad una terza edizione per il prossimo anno, sperando che possa diventare una tradizione per Tortona che mi piacerebbe molto potesse diventare la capitale italiana dell’orologeria di qualità».

Visti i risultati soddisfacenti, le pre-registrazioni già avute (necessarie per il protocollo anti-Covid 19, mentre l'ingresso resta gratuito) e un nuovo appuntamento anche nel 2022, il format W.O.I. sembra aver acceso l'interesse degli appassionati. «L'aver già accolto 10 espositori in più rispetto all'anno scorso, ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta. Ogni W.O.I è l'occasione per lanciare anteprime mondiali interessanti che mostrano il talento dei progettisti italiani» aggiunge Dellachà. Che continua: «Nel 2022 puntiamo ad aprire la mostra anche agli orologi d'epoca e cercheremo di organizzare qualche talk con personalità del settore».

Infine, durante la due giorni è prevista anche una raccolta fondi benefica per l'associazione “Amici del 4° Piano” che supporta le attività per i bambini ospitati nel reparto di oncoematologia pediatrica del Policlinico San Matteo di Pavia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti