ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBorsa e banche

A Zurigo tonfo Credit Suisse dopo avvertimento su perdite hedge fund Usa

Secondo la stampa il default è di Archeghos Capital Management. Nomura stima a 2 mld le perdite, il titolo crolla del 16% a Tokyo

di Giuliana Licini

3' di lettura

Brutto scivolone per Credit Suisse alla Borsa di Zurigo, dove il titolo è arrivato a perdere anche più dell'11%. In un breve comunicato, l'istituto ha reso noto che la scorsa settimana un «importante hedge fund americano ha fatto default sulle richieste di ricoperture (margin calls, ndr) fatte dal Credit Suisse e da altre banche. In seguito a questo il Credit Suisse e un numero di altre banche stanno uscendo da queste posizioni. Sebbene a questo stadio sia prematuro quantificare le esatte dimensioni della perdita risultante da questa uscita, potrebbe essere altamente significativa e consistente sui risultati del primo trimestre».

Secondo le indiscrezioni di stampa il fondo che ha fatto default è Archeghos Capital Management, controllato da Bill Hwang, che ha proceduto alla fine della scorsa settimana a massicce cessioni di azioni statunitensi. Sarebbe il fondo a trovarsi dietro alle vendite avvenute venerdì scorso su alcuni titoli, tra cui quelli di ViacomCbs e Discovery, caduti del 27% a Wall Street, per un valore stimato di quasi 30 miliardi di dollari ed effettuate da alcune tra le maggiori banche globali. Per altro, solo due settimane fa il Credit Suisse si era trovato, suo malgrado, sotto i riflettori del mercato, per lo scandalo Greensill. La banca ha curato quattro fondi di investimento, per un valore di 10 miliardi di dollari, in collaborazione con la società anglo-australiana insolvente e adesso sta procedendo a rimborsi. Anche le autorità di sorveglianza stanno indagando sulla complessa vicenda.

Loading...

A fare le spese dell’insolvenza di Archegos è anche Nomura, che pur senza nominare a sua volta il fondo, ha reso noto che «un avvenimento del 26 marzo potrebbe causare una perdita significativa per una delle sue filiali americane a causa di transazioni con un cliente americano». La banca giapponese indica che sta attualmente valutando l’ampiezza della perdita e il suo impatto sui risultati, intanto stima che il cliente gli deve 2 miliardi di dollari sulla base delle quotazioni di venerdì, ma precisa che l’importo potrebbe cambiare in funzione delle fluttuazioni dei mercati e di come le posizioni vengono liquidate. Intanto il titolo Nomura ha perso oltre il 16% alla Borsa di Tokyo.

Secondo fonti vicine ad Archegos, il fondo, che gestiva circa 10 miliardi di dollari di patrimonio personale dell’imprenditore cinese Bill Hwang e della sua famiglia, ha preso importanti posizioni concentrate su alcune società e le deteneva tramite swaps. Questo ha permesso a Hwang di restare anonimo, pur detenendo in alcuni casi quote superiori al 10% di alcune società, quali, ad esempio, Farftech e la società cinese di sostegno scolastico quotata a New York Gsx Techedu. La strategia di Hwang ha iniziato a vacillare nelle ultime settimane quando i titoli di alcune delle società a cui era più esposto, hanno iniziato a calare. Tra questi vi sarebbe anche Baidu, che dopo essere fortemente aumentato a febbraio a metà marzo era in calo di oltre il 20% rispetto ai massimi. Analoga la traiettoria di Farfetch che ha perso il 15% tra febbraio e marzo. L’annuncio di un collocamento di azioni per 3 miliardi di dollari da parte di ViacomCBS la scorsa settimana ha accentuato la pressione (e le perdite) su Archegos, che – secondo le fonti - a quel punto ha iniziato a vendere parte della sua posizione su ViacomCBS per cercare di compensare le perdite, facendo quindi aumentare la pressione sul titolo che tra il primo gennaio e il 22 marzo aveva messo a segno un balzo del 160%.

Tra le grandi banche che hanno il fondo come cliente, Goldman Sachs e Morgan Stanley– in base alle ricostruzioni - hanno lavorato con Archegos giovedì e venerdì per vendere alcuni titoli, tra cui Baidu e Tencent Music Entertainment, in modo di raccogliere fondi per fare fronte agli impegni, ma le vendite non sono state sufficienti. Venerdì mattina – secondo fonti di mercato- varie banche hanno deciso di confiscare le azioni che Archegos aveva depositato in garanza e di venderle per coprire le potenziali perdite e le hanno vendute nei tempi più brevi possibili, indipendentemente dai prezzi. Per Bill Hwang si tratta di un nuovo rovescio dopo quello della sua precedente società, Tiger Asia Management, che nel 2021 si è riconosciuta colpevole dopo essere stata accusata di frode. Tiger ha anche accettato di pagare 44 milioni di dollari per patteggiare nell’ambito di inchieste di presunto insider trading avviate dai regolatori Usa riguardanti azioni di banche cinesi. Intanto alla Borsa di Zurigo, il Credit Suisse ha ampliato le perdite e cede il 13,5% a 10,79 franchi svizzeri.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti