AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùenergia

A2A brilla e tocca il top dal 2008, broker ottimisti sulla trimestrale

Equita prevede un aumento del 25% di fatturato ed Ebitda nei conti che saranno pubblicati il prossimo 13 novembre. L'azione oltre quota 1,7 euro

di Cheo Condina


default onloading pic

2' di lettura

A2abrilla in Borsa e tocca i massimi da settembre 2008, quando a capo della multiutility c'era ancora lo storico presidente Giuliano Zuccoli. Il titolo della multiutility supera quota 1,72 euro (con un rialzo di oltre il 2%) ed è il migliore dell'Ftse Mib in una giornata piuttosto fiacca per il settore dell'energia. A spingere l'azione c'è l'attesa per la trimestrale, che uscirà il prossimo 13 novembre, su cui in una nota Equita si dimostra ottimista (in generale il broker ha rating "buy" con target price a 1,83 euro sulla società controllata dai Comuni di Milano e di Brescia).

Equita, nel dettagli,o si attende «una trimestrale positiva» con margini in crescita anno su anno principalmente per due motivi: un confronto favorevole sulla generazione elettrica e un andamento stabile o leggermente positivo per le altre divisioni. Numeri alla mano, Equita stima per i tre mesi chiusi al 30 settembre vendite a 1,795 miliardi (+25%), un Ebitda di 272 milioni (+25%), un Ebit di 148 milioni (+37%) e un utile netto di 86 milioni (+12%). La posizione finanziaria netta dovrebbe attestarsi a 3,288 miliardi.

Intanto, va ricordato, A2a continua la politica di consolidamento sul territorio, dentro e fuori la Lombardia. In attesa di novità sul dossier Verona-Vicenza, dove il gruppo si propone come partner industriale delle due municipalizzate locali a valle di una loro eventuale fusione, è stata firmata una lettera d'intenti con Aeb-Gelsia, radicata in Brianza, per esplorare una possibile partnership. Negli anni scorsi A2A ha già implementato con successo una joint venture con Linea Group , multiutility della bassa Lombardia di cui ha rilevato il 51%, ed è entrata con il 41% circa nella nuova Acsm-Agam, la ex municipalizzata di Como e Monza che ha assorbito le utility di Varese, Valtellina, Valchiavenna e Lecco. Tutte operazioni che hanno permesso ad A2A di consolidare i margini (e il debito) delle rispettive società, agendo in sinergia con esse dal punto di vista industriale e finanziario.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...