Anteprima

A6 Avant e-tron, Audi punta sull’effetto Wow

Un concept anticipa la wagon elettrica da 700 km di autonomia attesa per il 2023

di Simonluca Pini

3' di lettura

Grande capacità di carico, tanta tecnologia, trazione integrale e motorizzazione elettrica. Sono queste le principali caratteristiche della nuova Audi A6 Avant e-tron concept, modello che anticipa la versione di serie della futura station wagon a zero emissioni del marchio dei quattro anelli. Svelata in occasione dell’Annual Press Conference 2022, la “familiare” elettrica del costruttore di Ingolstadt sarà presentata in veste ufficiale nel 2023 per poi arrivare su strada l’anno successivo. Realizzata sulla piattaforma modulare PPE (Premium Platform Electric), punto di partenza dei modelli elettrici di fascia alta del Gruppo Volkswagen, sarà in grado di rendere la mobilità elettrica al pari di quella termica grazie ad un’autonomia superiore ai 700 chilometri e soprattutto a tempi di ricarica realmente rapidi: utilizzando una stazione di ricarica a 270 kW basteranno soltanto 10 minuti per ottenere 300 km di autonomia.

Versione station wagon della concept presentata ad aprile 2021 al Salone dell’auto di Shanghai, la A6 Avant e-tron conferma come sarà il corso stilistico del brand e presenta una serie di novità a partire dai gruppi ottici con tecnologie Matrix Led e Oled in grado di condividere informazioni con gli altri utenti della strada. Se, ad esempio, la show car elettrica viene parcheggiata davanti a una parete durante la ricarica, il conducente e i passeggeri possono trascorrere il tempo proiettando su di essa un videogioco dedicato utilizzando i propri smartphone come joystick.

Loading...

Lunga 4,96 metri, larga 1,96 metri e alta 1,44 metri, Audi A6 Avant e-tron concept anticipa le linee dei futuri modelli di fascia alta e al tempo stesso riprende alcuni elementi stilistici che contraddistinguono l’attuale gamma e-tron quali la calandra single frame chiusa e la banda luminosa che congiunge i gruppi ottici posteriori. Di derivazione Audi e-tron gli specchietti retrovisivi laterali virtuali, le cui immagini, riprese mediante le telecamere poste alle estremità dei supporti, vengono visualizzate in abitacolo tramite schermi dedicati alla base dei montanti anteriori. Tipicamente e-tron anche il frontale, caratterizzato dal single frame “chiuso” ai cui lati spiccano le prese d’aria per il sistema di raffreddamento del powertrain, dell’accumulatore e dei freni. I proiettori, simili a sottili bande luminose, sono caratterizzati dal marcato sviluppo longitudinale.

La trazione integrale quattro è una delle configurazioni previste dalla piattaforma PPE ed è basata sulla presenza di due motori elettrici: uno in corrispondenza di ciascun assale. Le versatilità del pianale PPE è rafforzata dalla possibilità di optare, qualora si desideri massimizzare efficienza e autonomia, per la trazione posteriore, affidata a un unico propulsore a zero emissioni collocato al retrotreno. La station wagon a zero emissioni, nello specifico, si avvale di due motori elettrici che erogano complessivamente una potenza massima di 476 cavalli e una coppia di 800 Nm. Lo schematismo dell’avantreno è a cinque bracci, il retrotreno segue una configurazione multilink e le sospensioni sono di tipo pneumatico adattivo.

Passando alla batteria, la A6 Avant e-tron monta un pacco batteria da 100 kW posizionato tra i due assi. Quanto alle prestazioni, le versioni d’ingresso di Audi A6 Avant e-tron accelerano da 0 a 100 km/h in meno di sette secondi, mentre le varianti top di gamma coprono lo 0-100 km/h in meno di quattro secondi.

L’arrivo su strada della nuova A6 Avant e-tron non coinciderà con l’uscita di scena della versione ibrida, assicurando una maggiore possibilità di scelta.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti