Competizioni

Abarth: una stagione da record tra rally e circuito

L'anima racing dello Scorpione ha conquistato numerose soddisfazioni durante la stagione sia nelle competizioni su strada che in pista.

di Giulia Paganoni

(Jorge Cunha / DPPI)

2' di lettura

I numeri non mentono mai. E quelli di Abarth, nella stagione 2021, sono numeri da record. L'anima racing dello Scorpione continua a raccogliere successi sia nei rally che su pista, grazie alla 124 Abarth rally, ormai colonna portante tra le vetture Rgt (a trazione posteriore) nel panorama rallystico internazionale e grazie al motore Abarth T-Jet 1.4 da 160 cv, cuore pulsante delle monoposto di Formula 4 che stanno facendo crescere i migliori talenti del motorsport a ruote scoperte.

Abarth nei rally

Nella terza stagione dell'Abarth Rally Cup, inserita nel calendario del FIA European Rally Championship (Fia Erc) la vettura dello Scorpione è stata messa a dura prova dai protagonisti della serie targata Abarth, con il pilota Dariusz Poloński che si è laureato campione grazie alle cinque vittorie su sei rally disputati e con un dominio dimostrato dalla vittoria in 72 prove speciali su 84. Il pilota polacco, terzo assoluto in Erc2, dove ha conquistato anche 2 podi: negli appuntamenti del Rally di Roma Capitale e del Barum Czech Rally Zlín.

Loading...

Le Abarth 124 Rally, nel corso della stagione 2021, hanno portato a termine 24 prove speciali su terra, percorrendo 381,78 km, e 60 su asfalto con 780,29 km, nei sei appuntamenti della serie continentale, per un totale di 1162,07 km percorsi in prova speciale. Chilometri che diventano 4600,39 sommati ai trasferimenti tra le varie prove che hanno toccato Polonia, Lettonia, Italia, Repubblica Ceca, Ungheria e Spagna.

Abarth in pista

Numeri da record anche nell'Italian F.4 Championship powered by Abarth certified by Fia con 44 piloti che hanno preso parte almeno ad una gara della serie tricolore promossa da Aci Sport e 32 piloti di media in griglia di partenza. Diciannove le nazionalità rappresentate con piloti provenienti da tutti e cinque i continenti. Nel corso della stagione 2021, nelle 21 gare divise su 7 appuntamenti, ben 12 piloti sono saliti sul podio, mentre in 7 hanno centrato almeno una vittoria.

Affidabilità e prestazioni hanno accompagnato i giovani talenti del motorsport grazie al supporto del motore Abarth T-Jet 1.4 da 160 cv che, ancora una volta, ha confermato di essere al vertice nelle performance alla sua ottava stagione al fianco della serie tricolore percorrendo 348 giri in gara per 1686,138 km.

Com'è andato l'Adac F4

Settima stagione, invece, per l'Adac F4 Championship powered by Abarth dove, nelle 18 gare su sei round disputati, sono stati percorsi 1346,400 km in 325 giri. Cinque i circuiti che hanno ospitato la serie tedesca con 29 piloti di 16 diverse nazionalità che hanno preso il via almeno ad una gara. Anche nella serie promossa da Adac sono stati 12 i piloti saliti sul podio nel corso della stagione con sette di loro che hanno conquistato almeno una vittoria. Così come nella serie italiana, anche in quella tedesca è stato Oliver Bearman a laurearsi campione. L'inglese di Van Amersfoort Racing, neo pilota Ferrari Driver Academy, ha così chiuso la sua stagione con 17 vittorie (11 nell'Italian F.4, 6 nell'Adac F4), 6 secondi posti (2 in Italia e 4 in Germania) e 3 terzi posti (2 in Italia e uno in Germania), salendo sul podio in 26 gare su 39 disputate.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti