ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùElettronica

Abb corre a Zurigo, premiata da trimestre solido e prospettive positive

Bene accolti dal mercato soprattutto gli ordinativi, che hanno sfiorato i 9,4 miliardi di dollari, con una crescita del 21%

di Giuliana Licini

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Abb prima della classe alla Borsa di Zurigo, che la premia per i solidi risultati del primo trimestre e le positive prospettive. Il titolo della multinazionale elettrotecnica svizzero-svedese segna la migliore performance tra i titoli-guida del listino elvetico. Bene accolti dal mercato soprattutto gli ordinativi, che hanno sfiorato i 9,4 miliardi di dollari, con una crescita del 21% (+28% su basi comparabili), mentre il fatturato è aumentato dell’1% a 7 miliardi. L’utile netto è migliorato del 20% a 604 milioni e l’utile per azione è salito del 25% a 0,31 dollari, mentre l’Ebita operativo è in crescita del 4% a 997 milioni di dollari, con un margine in aumento di 0,5 punti al 14,3%.

Per il secondo trimestre, il gruppo anticipa un’attività di mercato «nell’insieme simile al primo», con ricavi in aumento in termini assoluti. Per l’intero 2022 Abb prevede un miglioramento del margine verso l’obiettivo 2023 di almeno il 15% «con il sostegno di una maggiore efficienza, di una positiva dinamica del mercato e di un portafoglio ordini solido». Abb «ha iniziato l’anno con una performance promettente nonostante le molte incertezze esterne. Prevedo che quest’anno porti un miglioramento della redditività, solidi flussi di cassa e gli sviluppi previsti per il nostro portafoglio di attività», ha commentato il ceo Bjorn Rosengren, citato in una nota.

Loading...

Gli analisti della Banca Cantonale di Zurigo (Zkb) mettono in evidenza l’andamento del portafoglio commesse e il miglioramento della redditività, nonostante la stagnazione dei ricavi. Nell’insieme, sottolineano, il quadro è positivo, come gli obiettivi annuali. Per gli esperti di Barclays, Abb ha avuto un inizio d’anno solido, anche se il flusso di liquidità operativa è andato in rosso (-573 milioni contro 543 milioni nel primo trimestre 2021). Abb ha per altro spiegato che la liquidità è stata penalizzata da un aumento del capitale circolante netto per sostenere le consegne degli ordini, ma anche dai 170 milioni di dollari sborsati in cash per le imposte legate alla cessione della filiali E-mobility e Turbocharging. Il gruppo si attende una ripresa dei flussi di tesoreria positivi nel corso dell’anno.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti