Iraq

Abbattuto drone esplosivo diretto contro l’ambasciata Usa a Baghdad

È il 47esimo attacco ad obiettivi americani dall’inizio dell’anno. Particolarmente temuti quelli con i droni

Attacchi aerei Usa contro basi delle milizie in Siria e Iraq

2' di lettura

Le forze armate statunitensi hanno abbattuto un drone armato diretto verso l’ambasciata Usa a Baghdad lunedì notte. Lo hanno annunciato funzionari della sicurezza iracheni. Láttaco con il drone segue di poche ore dopo un raid missilistico che ha cercato di colpire una base che ospitava soldati statunitensi nell’ovest dell’Iraq. I sistemi di difesa americani per contrastare ed abbattere il drone hanno utilizzato missili terra-aria, secondo quanto riportato da giornalisti dell’Afp.

Già 47 attacchi contro gli Stati Uniti nel 2021

Dall’inizio dell’anno, sono stati 47 gli attacchi che hanno preso di mira gli interessi statunitensi in Iraq, dove sono schierati 2.500 soldati americani come parte di una coalizione internazionale. Sei attacchi sono stati effettuati con droni esplosivi, un’arma che crea parecchi problemi alla coalizione poiché i droni armati possono eludere abbastanza facilmente le difese aeree.

Loading...

Droni esplosivi pericolosi

Ad aprile, un drone carico di esplosivo aveva infatti colpito il quartier generale della coalizione in Iraq nella parte militare dell’aeroporto di Arbil, la capitale regionale curda irachena. Il mese successivo, un altro drone esplosivo aveva colpito la base aerea di Ain Al-Asad che ospitava le truppe statunitensi. Il 9 giugno, tre droni carichi di esplosivo avevano preso di mira l’aeroporto di Baghdad, dove sono schierati anche soldati statunitensi. Uno di essi era stato intercettato dall’esercito iracheno.

Le contromisure Usa

Preoccupati per i nuovi attacchi di droni, gli Stati Uniti hanno recentemente offerto fino a 3 milioni di dollari a chi fornisce informazioni sugli attacchi che prendono di mira obiettivi Usa in Iraq. Lunedì inoltre tre razzi hanno preso di mira una base aerea irachena nel deserto occidentale che ospitava anche truppe statunitensi, ha affermato la coalizione internazionale anti-jihadista. L’attacco ha preso di mira la base di Ain al-Assad senza causare vittime.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti