IMMOBILIARE

AbitareIn verso l’aumento di capitale

L’apertura a terzi, per un massimo di 12 milioni, escluderebbe il diritto di opzione e corrisponderebbe a una partecipazione non superiore al 22% del capitale sociale.

di Laura Cavestri

2' di lettura

Una limitata apertura con l’obiettivo di acquistare nuove aree da dedicare al co-living (o build to share). AbitareIn Spa (società quotata sul
mercato Aim Italia), ha deliberato di attribuire al presidente del Cda di Homizy (la società del gruppo dedicata a questa linea di business), Marco Grillo, e al vicepresidente,Luigi Gozzini, le deleghe necessarie per l’apertura ad un aumento di capitale finalizzato a cogliere nuove opportunità di mercato. Ovvero aree da riconvertire al co-living.

La proposta
La disponibilità degli operatori finanziari dovrebbe essere quella di sottoscrivere un aumento del capitale di Homizy per massimi 12 milioni di euro, con esclusione del diritto di opzione, corrispondente a una
partecipazione degli investitori terzi non superiore al 22% del capitale sociale.
Homizy Spa è la società interamente controllata da AbitareIn - dedicata allo sviluppo della nuova linea strategica di business del Gruppo: la messa a reddito di immobili attraverso soluzioni di co-living (build to share), il cui avvio è stato annunciato alla fine di ottobre 2019. Il nuovo progetto, che avrà uno sviluppo separato dall’attività core di AbitareIn, nasce con l’obiettivo di rispondere all’aumento di un segmento in crescita, a Milano, altamente tecnologico, cui non corrisponde adeguata offerta.
Per gli amministratori, la realizzazione di circa 3mila stanze nella città di Milano (corrispondenti, secondo gli attuali parametri di mercato, a un investimento di circa 175 milioni di euro) costituisca quel livello di massa critica necessario per raggiungere una posizione di leadership nel settore.

Loading...

I progetti in corso
A Milano, AbitareIn ha in corso la costruzione di
Milano City Village, il progetto residenziale di Abitare In che prevede il recupero e la riqualificazione dell'area abbandonata e dismessa “Ex Telecom” di Milano, in via Tacito, mediante la realizzazione di circa 210 nuovi appartamenti. Entro il 2022 si dovrebbero concludere i lavori delle
Trilogy Towers, ovvero 3 edifici sviluppati in altezza, per un totale di 130 appartamenti, e di oltre 6mila mq di superficie destinata al verde, nella zona Portello/Certosa a Milano, adiacente all'area in cui sorgerà il nuovo Consolato Usa. La commercializzazione del progetto Trilogy Towers si è chiusa in una sola campagna vendite, nel corso dell’estate 2019.
Infine, c’è Palazzo Naviglio, il più recente progetto di rigenerazione urbana di AbitareIn, che preve la realizzazione di 76 appartamenti, che con ampie logge affacciate verso la città e verso il Naviglio.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati