ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStati Uniti

Aborto, Biden firma un ordine esecutivo per ripristinare diritto

Secondo Biden «una legge approvata dal Congresso che codifichi l’aborto a livello nazionale è la via più rapida» per restituire alle donne il diritto perso

Usa, l'ira di Biden: "Sull'aborto una decisione devastante"

2' di lettura

«La decisione della Corte Suprema è stata terribile e totalmente sbagliata». Lo ha ribadito il presidente americano Joe Biden alla Casa Bianca firmando un ordine esecutivo per garantire il diritto all’aborto negli Stati Uniti. «Non è stata una decisione guidata dalla Costituzione ne’ dalla storia», ha sottolineato il presidente.

La decisione di emanare l’ordine è arrivata ad alcuni giorni di distanza dalla sentenza della Corte suprema Usa che ha cancellato dopo 50 anni il diritto federale all’aborto con una decisione che è un vero terremoto nell’ordinamento giudiziario e politico statunitense.

Loading...

La sentenza della Corte risponde ad uno dei tanti casi che sfidavano la storica Roe vs Wade che nel 1973 aveva sancito a livello federale la tutela dell’interruzione volontaria di gravidanza. Secondo la Corte non c’è motivo di decidere a livello federale sulla materia. Conseguenza, nella metà degli Stati Uniti entrano immediatamente in vigore leggi che limitano in vario modo l’aborto.

«So che molte persone sono frustrate e arrabbiate ma l’unico modo per fare la differenza è andare a votare e ripristinare i diritti che sono stati tolti» ha affermato il presidente americano alla Casa Bianca, a margine della firma dell’ordine esecutivo.

La sentenza sull’aborto della Corte Suprema è «una sfida alle donne d’America di andare a votare per restaurare i diritti che gli sono stati tolti» ha rimarcato Joe Biden, esprimendo «la speranza» che a novembre le «donne voteranno in massa per riprendersi i diritti». Il presidente americano ha infatti ricordato che «la via più veloce» per difendere il diritto all’aborto è approvare al Congresso «una legge che codifichi» quanto era stabilito dalla sentenza Roe vs Wade, cioè che il diritto all’aborto è tutelato dal diritto alla privacy sancito dalla Costituzione. E per farlo bisogna che vengano eletti a novembre più rappresentanti pro choice, in particolare al Senato.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti