verso l’estradizione

Abu Omar, grazia parziale per l’agente della Cia

(AP)

1' di lettura

È stata concessa la grazia parziale a Sabrina De Sousa, cittadina statunitense, condannata nel processo sul caso Abu Omar. Lo si apprende in ambienti vicini all'ex agente della Cia. La richiesta al capo dello Stato era stata depositata da tempo. L'avvocato Dario Bolognesi del foro di Ferrara l'aveva sollecitata di nuovo, recandosi al ministero della Giustizia «per insistere in ordine ad una decisione rapida», aveva tra l'altro detto.

De Sousa estradata, attesa domani in Italia
Arriverà domani all'aeroporto di Fiumicino, Sabrina de Sousa, l'ex agente della Cia condannata in via definitiva per il sequestro del 2003 dell'ex imam Abu Omar ed estradata dal Portogallo, dove è stata fermata nell'ottobre 2015. Da quanto si è saputo da fonti qualificate, alla De Sousa, una volta atterrata nello scalo laziale, sarà notificato dalla Polaria il mandato di arresto europeo, emesso a seguito della sentenza definitiva a sette anni di carcere, ridotti a quattro, in quanto tre anni sono coperti da indulto.

Loading...

L'ex agente Cia, 60 anni, doppia cittadinanza (statunitense e portoghese), era stata arrestata dalla polizia portoghese all'aeroporto di Lisbona in forza di un mandato di arresto europeo datato agosto 2006, mentre stava per imbarcarsi su un volo per l'India, dove avrebbe dovuto raggiungere la madre.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti