Fino a dicembre

Accelera il bonus tv: ecco la guida per ottenere lo sconto

È in arrivo un decreto attuativo della legge di bilancio 2021 che prevede un ampliamento del bonus

di Alessandro Longo

Tecnologia DVB-T2: bonus da 50 euro per cambiare tv e decoder

3' di lettura

Il bonus tv continua la sua corsa e anzi accelera. Lo sconto di 50 euro destinato a nuclei familiari con massimo 20 mila euro di Isee, per l’acquisto di un televisore nuovo, è utilizzabile ancora fino a dicembre; al contempo è in arrivo un decreto attuativo della legge di bilancio 2021 che prevede un ampliamento del bonus. Si fa strada in particolare l’ipotesi di un bonus rottamazione tv, da 100 euro, senza limite di Isee e che prevede la consegna di un vecchio televisore.
Perché questa accelerazione? Sono in arrivo due rivoluzioni dirompenti nel panorama tv.

Perché il bonus tv risolve un problema, anzi due

La prima parte il primo settembre 2021, quando tutte le emittenti useranno l'Mpeg-4 (codec già standard per i video sul web), che è presente in quasi tutte le tv, eccetto quelle vecchissime. È soprattutto la seconda rivoluzione – in termine tecnico, switch off – che farà una grossa differenza: entro giugno 2022, le emittenti dovranno passare al nuovo digitale terrestre (il Dvb-T2 Hevc, contro l'attuale Dvb-T1). Una trasformazione che porterà più qualità e vari vantaggi agli utenti, ma nell’immediato impedisce la visione dei programmi tv su digitale terrestre a chi ha un apparecchio non recente.

Loading...

Da uno studio della Fondazione Ugo Bordoni dal titolo “Diffusione degli Apparati tv in Italia e scenari evolutivi” risulta che “il 74,5%” delle famiglie possiede “un apparecchio televisivo abilitato almeno alla decodifica Mpeg-4”. Molto peggio per gli apparati in grado di ricevere trasmissioni Dvb-T2. In percentuale risultano essere, infatti, il 17,9%. Il problema è sensibile però già su Mpeg-4 se consideriamo il numero di tv non compatibili: ben 9 milioni secondo una ricerca Auditel-Ipsos. Pesano le seconde tv (anche in ville e seconde case), che certo le famiglie pure sono interessate a continuare a usare per i programmi televisivi.

Il problema è per una tv su quattro circa. La ricerca segnala inoltre che il 60% delle famiglie non ha nemmeno una tv compatibile con il nuovo digitale terrestre e ben l’80% ne ha almeno una non compatibile.

Come verificare se l'apparecchio è compatibile

Almeno, è facile verificare se la nostra tv è compatibile al nuovo digitale terrestre senza bisogno di sfogliare la scheda tecnica. Basta collegarsi al canale 200 (Mediaset) o al canale 100 (Rai). Se appare la scritta “Test HEVC Main10” abbiamo il Dvbt-2. Forse fare apparire “Compatibile con il nuovo digitale terrestre” era parso troppo banale. Almeno è chiaro il messaggio negativo: “canale non disponibile”. È anche possibile che a quei canali non appaia né l’uno né l’altro messaggio; nel qual caso dobbiamo risintonizzare tutti i programmi.

Come ottenere il bonus tv

Con il bonus tv, se abbiamo Isee massimo 20mila euro, risolviamo il problema. Ovviamente le tv compatibili con il nuovo standard del digitale terrestre lo sono anche con Mpeg-4. Vale anche l’inverso: se abbiamo una tv molto vecchia, quindi, il rischio è che sia incompatibile con Mpeg-4 e, nel caso, certo con anche il nuovo digitale terrestre. Con il bonus tv risolviamo entrambi i problemi e dovremo farlo presto, dato che le vecchie tv senza Mpeg-4 saranno tagliate fuori già da settembre 2021. Prima cosa da sapere è che bisogna presentare in negozio l’autocertificazione, firmata, secondo cui il nostro nucleo familiare non supera i 20mila euro di Isee; abbiamo diritto inoltre a solo un bonus tv. L’autocertificazione è disponibile sul sito del Mise ma è in tutti i negozi. Non possiamo quindi comprare online con spedizione a casa, perché serve la firma di persona (in teoria a norma di legge si potrebbe ovviare con la firma digitale, ma Amazon &C. non si sono attrezzati). Potremmo comprare online e ritirare di persona, nei negozi che lo consentono.

Bisogna accertarsi che la tv dia diritto al bonus tv

Sono tutte quelle che supportano, di preciso, il dvb-t2 (cioè il nuovo digitale terrestre), in particolare con codifica hevc main 10 (la più evoluta). Le catene di negozi specificano “compatibile con il bonus tv” sui volantini e nei negozi; quindi non ci si può sbagliare. In particolare, se si compra nel negozio fisico: lo sconto infatti viene decurtato subito all’atto del pagamento, che quindi risulterà ridotto di 50 euro. Chi vuole rottamare il vecchio tv (comprato prima del 16 dicembre 2018, data in cui è entrata in vigore la codifica hevc main 10) può aspettare però i 100 euro del bonus che dovrebbe essere incluso nel nuovo decreto attuativo della Legge di Bilancio 2021, senza limiti di Isee.

La scelta del decoder

Chi vuole risparmiare e non ha interesse a un nuovo apparecchio, può sfruttare invece il bonus per un decoder. E qui la scelta è ampia. Ci sono anche modelli a 25-30 euro, che sarebbero gratis dato il bonus da 50 euro. Spendendo 50-150 euro si può però passare a modelli che sono ben più di un decoder dvb-t2; integrano anche quello satellitare, un hard disk, un registratore, la possibilità di leggere file mkv, avi, mp4 e di supportare i 4K.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti