Rigenerazione urbana

Accor gestirà le 301 camere dell’hotel di Milanosesto

L’edificio, di 19 piani, sarà consegnato nel 2026. A firmare l’accordo il fondo partecipato da Hines e Cale Street

di Paola Dezza

2' di lettura

Sarà Accor a gestire l’albergo che verrà costruito a Milanosesto. L’accordo è stato firmato tramite il fondo immobiliare “Unione 0”, gestito da Prelios Sgr e partecipato da Hines e Cale Street, con il gruppo protagonista del settore alberghiero e avrà una durata di 25 anni.
L’immobile sarà terminato e consegnato nel 2026 e sorgerà a ridosso della nuova stazione di Sesto San Giovanni, progettata dallo studio Renzo Piano Building Workshop con Ottavio Di Blasi & Partners, e in prossimità della futura Città della Salute e della Ricerca.

Quest’ultimo, complesso sanitario di ricerca clinica e formazione di iniziativa pubblica e interamente finanziato dallo Stato e dalla Regione Lombardia, ospiterà il Centro Nazionale Tumori e l'Istituto Neurologico “Carlo Besta”, strutture d'eccellenza che accoglieranno circa 4.000 visitatori giornalieri.

Loading...

L'hotel avrà 301 camere che opereranno con due marchi alberghieri del Gruppo Accor: Novotel occuperà 204 camere destinate all'offerta tipica delle strutture ricettive caratterizzata da periodi di permanenza relativamente brevi, mentre ad Adagio sarà riservata la porzione di serviced apartments per un totale di 97 appartamenti destinati a un utilizzo di medio-lungo periodo.

Il mix funzionale previsto permetterà, quindi, di soddisfare tipologie di ospitalità diverse, rispondendo sia alle necessità della clientela leisure e business, maggiormente interessata a un prodotto tipicamente alberghiero, sia delle famiglie dei pazienti della Città della Salute e della Ricerca, che potrebbero necessitare di permanenze più prolungate nel tempo.

L'edificio di 19 piani si sviluppa su circa 16.000 metri quadrati fuori terra ed è progettato dallo studio internazionale di architettura e design Antonio Citterio Patricia Viel (ACPV) secondo i più elevati standard di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica, con l'obiettivo di ottenere la certificazione LEED Gold.

«Avere al nostro fianco un operatore come Accor, di grande visione nel settore dell'ospitalità e dell'accoglienza, ci rende particolarmente soddisfatti perché siamo certi saprà cogliere al meglio le opportunità che MilanoSesto porterà sul territorio. Il nostro impegno in Hines è contribuire a testimoniare come la rigenerazione di un'area trascurata da tempo come le aree ex Falck, possa essere un volano per le realtà e la comunità già esistenti, oltre che attrarre altri cittadini grazie alle nuove residenze, agli uffici, allo studentato e a un'eccellenza unica nell'ambito della salute, agendo in un'ottica di sostenibilità sociale, oltre che economica e ambientale», ha dichiarato Mario Abbadessa, senior managing director & country head di Hines Italy.

Ad inizio anno sono iniziati gli scavi per il primo lotto Unione 0, che si estende su 250.000 metri quadrati di superficie costruita, ed entro la fine del 2022 verranno avviate le opere di costruzione per la realizzazione di sette edifici che prevedono, oltre all'hotel, spazi direzionali, uno studentatodi circa 700 posti letto, residenze in edilizia convenzionata (285 appartamenti) e residenze libere (480 appartamenti).

È, inoltre, prevista la realizzazione di una prima porzione di 13 ettari di parco dei complessivi 45 ettari, progettato dallo studio internazionale di architettura LAND.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati