Trasferirsi all’estero: per i conti con il Fisco è decisiva la residenza

11/11Fisco e contabilita

Accordi

default onloading pic

Oltre alle contribuzioni accreditate negli Stati appartenenti all'Unione europea, l'Italia ha stipulato accordi con altri Paesi nei confronti dei quali si è verificato un flusso migratorio, al fine di tutelare le posizioni dei lavoratori italiani espatriati e di quelli stranieri entrati nel nostro territorio. I lavoratori, che hanno prestato la loro attività lavorativa in Stati che non sono legati dall'Italia da convenzione in materia di sicurezza sociale, possono chiedere il riscatto oneroso di tale periodo. Oltre alle prestazioni pensionistiche, i Regolamenti comunitari e le Convenzioni bilaterali di sicurezza sociale, riconoscono – ad esempio – prestazioni a sostegno del reddito in Italia, prestazioni di disoccupazione in regime comunitario, prestazioni familiari in regime comunitario, prestazioni di malattia e maternità nonché assistenza sanitaria agli italiani all'estero e agli stranieri in Italia.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti