borsa

Accordi su Npl di Mps premiano doBank e Cerved

di Paolo Paronetto

(Pierpaolo Scavuzzo / AGF)

1' di lettura

Gli accordi per la gestione di Npl del Monte dei Paschi di Siena premiano Dobank e Cerved Information Solutions a Piazza Affari. Si mette in luce in particolare la ex Unicredit credit management bank che ha annunciato di aver raggiunto un accordo preliminare «volto a identificare termini e condizioni con cui potra' ricevere l'incarico per la gestione, in qualita' di special servicer, di crediti in sofferenza pari a circa 8 miliardi di euro di Mps». Accordo che rientra nell'ambito della prospettata operazione di dismissione e cartolarizzazione di un portafoglio di crediti in sofferenza pari a circa 26 miliardi complessivi del gruppo Mps. L'incarico, ha specificato doBank, «rappresenta un'importante opportunita' per doBank di accelerare il proprio piano industriale rispetto all'anno in corso che aveva gia' visto nuove masse in gestione nel primo semestre del 2017 per circa 3,6 miliardi di euro». Cerved, da parte sua, e' stata incaricata da Quaestio, per conto del fondo Atlante II, per lo special servicing di circa 13 miliardi di crediti in sofferenza generati dal Monte dei Paschi di Siena, anche in questo caso parte della cartolarizzazione da 26 miliardi. «L'importo assegnato alla piattaforma gestita da Quaestio-Cerved è leggermente superiore alle nostre attese (13 miliardi rispetto a una nostra stima di 9 miliardi), con impatto positivo del +3% sulla nostra valutazione», notano gli analisti di Equita Sim.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti