internazionalizzazione

Accordo per l’export tra Sace Simest e Confindustria Emilia

Accelera la promozione del Made in Italy

di Vincenzo Chierchia


default onloading pic

3' di lettura

Sace Simest, il polo dell'internazionalizzazione del Gruppo Cdp, insieme a Confindustria Emilia annuncia la firma di un accordo di collaborazione destinato a sostenere la competitività delle imprese emiliane associate sui mercati esteri attraverso un migliore accesso ai prodotti e servizi assicurativo-finanziari. L'intesa - come si legge in una nota - prevede una serie di iniziative volte a favorire la conoscenza delle soluzioni a disposizione. Da un lato, i servizi Sace Simest saranno accessibili attraverso i nuovi canali digitali sviluppati da Confindustria Emilia. Dall'altro, il Sace Simest e Confindustria Emilia intensificheranno la cooperazione per rendere più efficace la promozione del Made in Italy sui mercati internazionali. Ciò avverrà soprattutto attraverso degli incontri di business matching, organizzati a sostegno della nuova operatività Push strategy di Sace, fra aziende delle principali filiere della regione e grandi buyer internazionali interessati a forniture italiane.
Oltre a questo, la partnership intensificherà la promozione del nuovo programma Education to export di Sace – che prevede diverse iniziative dedicate allo sviluppo di nuove opportunità commerciali per le aziende che vorranno rafforzare la propria capacità di proiettarsi verso nuovi mercati esteri – e valorizzerà gli studi e i report elaborati dall'ufficio studi di Sace: dalla Risk&Export Map al Rapporto Export 2019, passando per le schede paese, strumento guida per orientarsi sui mercati di tutto il mondo.
«In Emilia sono stati raggiunti in questi anni risultati eccellenti in tema di export ed internazionalizzazione grazie alla eccezionale vitalità del tessuto imprenditoriale Emiliano, ma anche grazie al grande lavoro fatto dalle associazioni e da Confindustria Emilia. Supportare ed accelerare le imprese Italiane nel processo di internazionalizzazione richiede un impegno strategico importante e continuo e partnerships in cui ogni attore può e deve contribuire mettendo a disposizione il proprio know-how e la propria esperienza, sviluppando strumenti, prodotti ed approcci di supporto sempre più flessibili, innovativi ed in linea con la domanda delle imprese - dichiara l’ad Alessandro Decio - . È questo l'obiettivo della nostra partnership in Emilia con cui Sace Simest intende consolidare il proprio legame con un territorio a forte vocazione export e ricco di eccellenze imprenditoriali, con l'obiettivo di offrire soluzioni che aiutino concretamente le aziende nei loro piani di sviluppo internazionale e di espansione su nuovi mercati ad alto potenziale di crescita».
«La nuova piattaforma digitale di Confindustria Emilia, che prende il via oggi 16 settembre, si alimenterà di strumenti per accelerare la crescita delle imprese da un lato, e renderci sempre più visibili e attraenti al mondo dall'altro. Con la collaborazione di Sace Simest, in tempo reale, sarà possibile, per la prima volta, avere il quadro attuale e prospettico dei principali indicatori economici di tutti i paesi del mondo. È un primo indispensabile cruscotto informativo sui mercati, necessario alle nostre aziende nella definizione delle strategie di sviluppo internazionale. Con questa sinergia mettiamo a fattor comune le migliori competenze volte anche a facilitare e ampliare la gamma di soluzioni a supporto delle imprese» ha affermato Valter Caiumi, presidente di Confindustria Emilia.
L'export dell'Emilia: focus settori e mercati di opportunità
Nel 2018 l'export dell'Emilia Romagna ha registrato una crescita superiore alla media dell'export nazionale (+5,7% rispetto al +3,1% del totale italiano), classificandosi come seconda regione per esportazioni in Italia, dopo la Lombardia. Tra i settori che crescono maggiormente ci sono la meccanica strumentale (+4,7%), i mezzi di trasporto (+7,0%) e quelli in tessile e abbigliamento (+6,4%). Le esportazioni della regione sono cresciute soprattutto verso le aree avanzate (+18,4%), in particolare: la Germania (6,5%), la Francia (4,7%) e gli Stati Uniti (+7,2%).
Sace Simest conferma così il suo sostegno alle imprese dell'Emilia Romagna: nel 2018 ha supportato 2mila imprese del territorio, mobilitando risorse per oltre 1,3 miliardi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...