celebrazioni

Accorto Italia-Francia sui prestiti: c’è anche l’Uomo Vitruviano di Leonardo

di Antonello Cherchi


default onloading pic
«L’Uomo Vitruviano» di Leonardoda Vinci

2' di lettura

Dopo il tira e molla del precedente Governo, tra Italia e Francia ritorna la pace anche sul versante culturale. Il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, e l’omologo transalpino, Franck Riester, hanno sottoscritto a Parigi un memorandum d’intesa che prevede il prestito di sette opere d’arte di Leonardo, tra cui l’Uomo Vitruviano, per la mostra che si terrà quest’anno al Louvre per celebrare il genio di Vinci.

I cinquecentenari
La Francia, come contropartita, ci presterà cinque opere di Raffaello e due del suo allievo Giovan Francesco Penni per una mostra il prossimo anno alle scuderie del Quirinale a Roma. Come il 2019 è stato l’anno per ricordare Leonardo a cinquecento anni dalla morte, il 202o sarà consacrato a Raffaello in occasione, anche in questo caso, dei 500 anni dalla sua morte.

Le opere del prestito

Visualizza

Da Venezia a Firenze
Tra le opere che il nostro Paese presterà alla Francia ci sono - oltre all’Uomo Vitruviano, conservato alle Gallerie dell’Accademia di Venezia -alcuni studi (per l’Adorazione dei magi, due studi di panneggio e uno di paesaggio) , le copie del dipinto Leda e il cigno e della Battaglia di Anghiari, tutti custoditi agli Uffizi.

Raffaello e il suo allievo
Il Louvre metterà, invece, a disposizione dell’Italia il ritratto di Baldassarre Castiglione, l’autoritratto con un amico e tre studi , tutte opere realizzate da Raffaello, alle quali si aggiungono due studi di Giovan Francesco Penni.

Cittadinanza comune
«Un’0ccasione straordinaria», l’ha definita Franceschini. Che ha aggiunto: «Oggi più che mai è fondamentale che la cultura sia al centro delle politiche europee, sia perché è un veicolo per costruire cittadinanza comune sia perché è una grande opportunità di crescita economica».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...