carlo pavesi

Accountability e trasparenza


default onloading pic
Carlo Pavesi, partner dello studio Gatti, Pavesi, Bianchi e associati

2' di lettura

Carlo Pavesi, partner dello studio Gatti, Pavesi, Bianchi e associati

Sono d'accordo sul fatto che l'Italia abbia oggi una regolamentazione di mercato molto evoluta. Ho molti dubbi, però, sul voto di lista. E' un sistema quello del voto di lista che tende ad introdurre forme di cooptazione e anche, diciamo, di scambio molto discutibili. Non so come fosse in passato e non riesco a giudicare il miglioramento. Sui fondi attivisti, è una categoria molto vaga nel senso che all'interno di tale categoria rientrano azionisti con forme di accountability nei confronti dei loro investitori tra loro molto diverse. Ma la cosa che mi incuriosisce di più è quali sono le logiche che li portano a investire in una società piuttosto che in un'altra. A riguardo credo che debbano valere due principi: quello dell'accountability e quello della trasparenza.

Si consideri che a volte gli attivisti definiscono le questioni privatamente con la società in una condizione che non è necessariamente sotto gli occhi del mercato. L'attivismo in Italia mi pare assomigliare a quello che era negli Usa anni fa, ancora immaturo rispetto a come è poi evoluto il fenomeno. E poi siamo sicuri che in Italia ci siano così tanti asset quotati da giustificare un interesse così forte degli attivisti, con dispiego di risorse, tempo e mobilitazione di consulenti? Il problema non è tanto privato/pubblico attivista versus fondo passivo, il problema è che un mercato piccolo come quello italiano non offre tutte queste occasioni per questo tipo di attività.

Il caso Telecom è assolutamente particolare, non può essere la regola. In un mercato invece come quello americano, dove questo tipo di attività è molto più frequente, il vero tema che meriterebbe d'essere analizzato è quello deli criteri di selezione dei target da parte degli attivisti, quali sono le caratteristiche che devono avere e quali sono le aspettative che gli attivisti hanno rispetto ai target. Dalla risposta si può capire se si tratta di un fenomeno circoscritto o se invece si tratta di un fenomeno che ha una diffusione potenziale rilevante.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...