ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCarovita

Acqua, luce e gas, in Coca-Cola nuovo bonus da 800 euro ai 1.700 lavoratori italiani

L’importo potrà essere utilizzato anche per altri beni e servizi di welfare, come buoni carburante, rimborsi per spese scolastiche o di assistenza e per attività ricreative

di Cristina Casadei

2' di lettura

Acqua, luce e gas. I 1.700 lavoratori italiani di Coca-Cola HBC Italia, da ottobre, riceveranno un nuovo bonus di 800 euro con cui potranno acquistare beni e servizi tramite la piattaforma di welfare aziendale e chiedere anche il rimborso delle bollette, non appena saranno confermate, da parte dell’Agenzia delle Entrate, le proposte del DL Aiuti Bis.

La società spiega che il nuovo bonus vuole essere un segnale di vicinanza di Coca-Cola alle proprie persone in un periodo particolarmente difficoltoso a causa dell’aumento dei costi delle materie prime e dell’inflazione. Gli 800 euro potranno essere utilizzati per le bollette ma anche per altri servizi, come buoni carburante, rimborsi per spese scolastiche o di assistenza e per attività ricreative.

Loading...

«In Coca-Cola HBC Italia ascoltiamo i bisogni dei nostri collaboratori e consideriamo il loro benessere un fattore fondamentale. Questo bonus welfare di 800€ è un ulteriore, tangibile, segnale dell’attenzione alle nostre persone, che si aggiunge alle diverse misure messe in atto durante i mesi più difficili della pandemia. È anche un modo per dimostrare il riconoscimento dell’azienda per il grande impegno profuso dai colleghi nel garantire il successo del nostro business in questo anno particolarmente sfidante», spiega Emiliano Maria Cappuccitti, People & Culture Director Coca-Cola HBC Italia.

I segretari nazionali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, Alessandro Anselmi, Angelo Paolella e Michele Tartaglione, spiegano di «apprezzare la decisione di Coca-Cola HBC Italia di dare uno specifico ed importante sollievo economico alle lavoratrici e ai lavoratori del gruppo in un momento in cui l’inflazione e l’aumento dei costi energetici stanno erodendo i salari e diminuendo la capacità di spesa delle famiglie».

In vista del rinnovo del contratto integrativo di secondo livello, il nuovo bonus sembra un segnale molto positivo per aggiornare un welfare già molto ampio che prevede almeno 12 giorni di smart working al mese, uno sportello di supporto psicologico, un Employee Assistance Program (EAP), dove i dipendenti e i loro familiari possono ricevere aiuto in riferimento a questioni personali e lavorative e training dedicati ai manager per fornire loro le competenze necessarie a monitorare e salvaguardare il benessere psicofisico del team.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti