AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBorsa

Acquisti su Exor, PartnerRe darà cedola fissa annuale più eventuale "special dividend"

Gli esperti di Equita anche si aspettano che possa tornare in ballo il dossier Covea-PartnerRe

di Flavia Carletti

(NurPhoto)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Exor è in rialzo a Piazza Affari dopo gli annunci sul dividendo della controllata PartnerRe e in vista delle trimestrali delle altre società partecipate e controllate.Come riportato da Equita, PartnerRe, controllata al 100% dalla holding della famiglia Agnelli-Elkann, in occasione di una conference call con gli analisti ha fornito «l'indicazione di un dividendo annuale ricorrente di 160 milioni di dollari (interamente incassati da Exor) cui verrà aggiunto uno 'special dividend' in funzione della performance operativa; nessuna regola (neanche spannometrica): la decisione verrà presa volta per volta dal consiglio di amministrazione. Ricordiamo che da quest'anno non esiste più il limite per il pay-out a 2/3 dell'utile».

Alla luce di questo, per gli analisti, «PartnerRe assume il ruolo di cash cow (rendendo più stabile il flusso di cash-in per Exor) che da solo finanzia il dividendo ricorrente di Exor (100 milioni di euro); un vero dividendo straordinario (in aggiunta a quello 'special', ovvero pay-out superiore al 100%) lo reputiamo meno probabile». Inoltre, gli esperti della sim milanese - anche se al momento non ci sono indicazioni in merito - si aspettano che possa tornare in ballo il dossier Covea-PartnerRe: «Restiamo dell'idea che un'aggregazione abbia senso dal punto di vista industriale e non escludiamo che un'offerta per PartnerRe possa tornare quando il mercato tornerà alla normalità». Per quanto riguarda le trimestrali delle altre società della galassia Exor, si parte domani con i conti di Cnh Industrial (+1,31%), mentre la prossima settimana sarà il turno di Ferrari (+0,2%) e Stellantis (+1,09%).

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti