ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAutostrade

Acs di Florentino Perez offre fino a 10 mld per Aspi: «Con Abertis un campione delle autostrade»

Florentino Perez ha scritto ai vertici di Atlantia per manifestare l’interesse ad acquistare una quota rilevante nel concessionario italiano

di Laura Galvagni

Florentino Perez (Afp)

I punti chiave

  • Offerta tra 9 e 10 miliardi
  • Possibile fusione tra Aspi e Abertis
  • Acs apre a un potenziale asse con Cdp

2' di lettura

Lo aveva fatto intendere già in un paio di occasioni e alla fine è sceso in campo: Florentino Perez in qualità di numero uno di Acs ha inviato ai vertici di Atlantia una manifestazione di interesse per una quota rilevante di Aspi.

La lettera di Acs

Nella lettera, che Radiocor ha potuto visionare, il patron del Real Madrid, ha sottolineato la proficua partnership siglata tre anni fa in occasione del dossier Abertis e proprio sulla scorta degli ottimi rapporti costruiti con la holding infrastrutturale italiana ora si propone di acquistare attraverso il costruttore spagnolo un pacchetto consistente della concessionaria del paese. Il piano prevederebbe poi, in un momento successivo, di procedere con una fusione tra Aspi e Abertis per creare un campione delle autostrade in Europa. Acs possiede il 50% meno un'azione di Abertis, in parte direttamente in parte tramite la controllata Hochtief.

Loading...

Acs valuta il gruppo italiano tra i 9 e i 10 miliardi di euro. Potenzialmente, dunque, più di quanto offerto da Cassa Depositi e Prestiti in cordata con i fondi Blackstone e Macquarie.

Perez, d’altra parte, nella missiva sottolinea anche di essere disponibile e favorevole a considerare l’ingresso nella partita di altri investitori e tra questi cita proprio Cdp.

La lettera arriva a poche ore dal cda che avrebbe dovuto esaminare la proposta dell’ente in asse con i fondi.

Cda Atlantia esaminerà anche proposta Acs

Il cda di Atlantia ha avviato oggi con i propri advisor «l'esame dell'offerta vincolante per l'acquisto dell'intera partecipazione dell'88% del capitale detenuta in Aspi» presentata dal consorzio composto da Cdp, Blackstone e Macquarie. Al tempo stesso, riferisce una nota della holding, «ha preso atto della manifestazione di interesse inviata proprio in data odierna dal Gruppo Acs per l'acquisto di una partecipazione nel capitale di Aspi, in consorzio con altri investitori nazionali ed internazionali». Il board, «anche riguardo alla nuova proposta progettuale avanzata da Acs, proseguirà le proprie analisi nelle successive riunioni che saranno convocate nei prossimi giorni per le necessarie determinazioni in merito».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti