Lavoro

Ad aprile oltre 772 milioni di ore di cassa integrazione

Il report dell’Inps: boom di richieste dei sussidi d’emergenza da parte delle imprese

di Claudio Tucci

default onloading pic
(foto Ansa)

Il report dell’Inps: boom di richieste dei sussidi d’emergenza da parte delle imprese


1' di lettura

Ad aprile si vede il primo vero impatto sul lavoro dell’emergenza Covid-19: le ore complessive richieste dalle imprese di cassa integrazione superano quota 772 milioni. Un numero record. Ad aprile 2019, vale a dire su base tendenziale, le ore richieste di cassa si fermavano a poco più di 25 milioni. C’è quindi un incremento di circa 30 volte. L’impennata del mese di aprile fa schizzare su anche i valori cumulati dei primi quattro mesi del 2020. Nel periodo gennaio-aprile 2020 infatti le ore di Cig autorizzate dall’Inps volano a 834,8 milioni, l’815,74% in più rispetto alle 91 milioni di ore di gennaio-aprile 2019.

I primi effetti dei provvedimenti del governo
La fotografia appena diffusa dall’Inps mostra, quindi, con tutta evidenza i primi impatti delle misure a sostegno di reddito e occupazione varate con il decreto Cura Italia, a metà marzo, per contrastare i danni a lavoro e a economica dovuti all’emergenza sanitaria. Il governo Conte ha introdotto la cassa ordinaria d’emergenza e reintrodotto la cassa in deroga, con un investimento di oltre 5 miliardi. Oggi, con il dl Rilancio, queste misure sono state prorogate.

Richieste al top nell’industria e nel commercio
A salire in alto rapidamente sono le ore di cassa ordinaria e di cassa in deroga. Soprattutto nei settori dell’industria e del commercio. Segni in rialzo anche per edilizia e artigianato. Praticamente, ha richiesto la cig d’emergenza un pò il sistema produttivo.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...