i bandi

Adrion, opportunità per progetti di sviluppo nell’area adriatica

di Francesca Pozzar

(Fotolia)

2' di lettura

Due bandi con scadenza a fine luglio, quattro obiettivi tematici, 13,6 milioni di euro di contributi a fondo perduto in palio. Sono questi i numeri salienti dell’ultima chiamata del programma di cooperazione Interreg Adrion 2014-2020, al quale aderiscono 13 regioni italiane insieme a Grecia, Slovenia e Croazia tra i Paesi UE e Serbia, Albania, Montenegro (Paesi in preadesione) e Bosnia Erzegovina (potenziale candidato).

I temi sui quali possono essere presentate le domande di finanziamento, corredate da articolati progetti transnazionali sono: crescita blu, ovvero strategie per sfruttare economicamente il potenziale dell’area adriatica con le sue specificità; innovazione sociale, intesa come inclusione, lotta alla povertà, integrazione dei migranti, cambiamenti demografici; ottimizzazione e armonizzazione delle infrastrutture per il trasporto marittimo nell’Adriatico e trasporto nelle aree metropolitane, in chiave green naturalmente.

Loading...

I progetti dovranno essere presentati in lingua inglese da parte di consorzi internazionali il cui requisito minimo è mettere insieme almeno sei (e massimo sedici) organizzazioni provenienti dai Paesi aderenti al programma Adrion. I soggetti ammessi a partecipare sono enti pubblici (ministeri, regioni, comuni) ed autorità competenti per materia (trasporti, mercato del lavoro, politiche per l’innovazione, ecc.) di diritto pubblico. Sono invece escluse le imprese, altri soggetti di natura privata e le persone fisiche.

Per i quattro temi c’è un budget preassegnato: 6,2 milioni per i temi del bando 1 (blue growth e social innovation) e 7,4 milioni per i temi del bando 2 (maritime transport e city transport). Le risorse finanziarie provengono dal fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e dal fondo di preadesione adriatico (Ipa) all’UE, e includono una quota proveniente da fondi nazionali (2 milioni). Per ognuno dei temi verrà finanziato un solo progetto, della durata massima di 30 mesi, con copertura al 100% dei costi a fondo perduto.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti