ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIndustria aeronautica

Aerei, Airbus supera Boeing per consegne e nuovi ordini nel 2019

Il gruppo europeo ha consegnato 863 jet e ritorna leader. Anche negli ordini netti il primato è di Tolosa. Boeing penalizzata dalla crisi del 737 Max

di Gianni Dragoni

Boeing in crisi per 737 Max ma l'ad lascia con 62 milioni

Il gruppo europeo ha consegnato 863 jet e ritorna leader. Anche negli ordini netti il primato è di Tolosa. Boeing penalizzata dalla crisi del 737 Max


3' di lettura

Airbus torna ad essere il numero uno mondiale dell’aviazione davanti all’americana Boeing. Il gruppo europeo ha chiuso il 2019 con il record nelle consegne di jet (863 in totale). Negli ordini di nuovi aerei, pur essendoci un rallentamento del mercato, con 768 ordini netti Airbus ha superato il concorrente. Boeing ha pagato la crisi innescata dai due incidenti mortali del 737 Max (346 vittime), il modello più venduto, che da metà marzo 2019 ha causato il blocco dei voli e delle consegne di questo velivolo.

Airbus ha consegnato 863 jet
Il sorpasso del gruppo di Tolosa era atteso in base ai dati già conosciuti, ma non definitivi. I dati finali pubblicati da Airbus dicono che il costruttore europeo, controllato dagli Stati di Francia e Germania, con una piccola presenza spagnola (mentre l’Italia è assente dal capitale), ha prodotto e consegnato ai clienti 863 velivoli, l’8% in più degli 800 cosegnati nel 2018.

I risultati di Boeing
Boeing renderà noti oggi i suoi dati sulla produzione e vendite di tutto l’anno. Nei primi 11 mesi, fino al 30 novembre scorso, Boeing aveva prodotto e consegnato 345 aerei. Secondo alcune stime Boeing potrebbe essere arrivata a 440 in tutto il 2019. Nel 2018 il gruppo americano aveva costruito e consegnato 806 aerei.

Primato europeo dopo sette anni
Dopo essere stata sette anni dietro Boeing, Airbus torna così ad essere leader nella produzione e nelle consegne. I dati del gruppo europeo comprendono quelli delle «C Series» dell’ex Bombardier, jet di poco sopra i 100 posti, attività di cui Airbus ha acquisito il 50,01% a partire dal primo luglio 2018. In particolare i jet consegnati di questa famiglia, ridenominati A220, sono stati 48 nell’intero 2019 rispetto ai 20 del secondo semestre 2018.

Il boom dell’A320
Airbus ha consegnato 642 velivoli della famiglia A320 di breve e medio raggio, il segmento di mercato nel quale si è avvantaggiata per lo stop al Boeing Max. Il gruppo europeo ha lanciato anche la nuova versione a più lungo raggio A321Xlr (extra long range).

Nei grandi aerei è in testa Boeing
I jet a fusoliera larga per voli intercontinentali consegnati da Airbus sono 173: 53 A330, 112 A350, 8 A380, il superjumbo del quale è stata decisa la fine della produzione per scarsità di commesse e cancellazioni. Nei grandi aerei Boeing ha ancora il primato del mercato, con un maggior numero di consegne: 224 dei 345 jet consegnati sono macchine di lungo raggio, di cui 137 sono Boeing 787, il velivolo di cui parte della fusoliera viene prodotta in Italia, nello stabilimento ex Finmeccanica (ora Leonardo) di Grottaglie.

Ordini e cancellazioni
Gli ordini netti di nuovi aerei, escludendo le cancellazioni o le tarsformazioni di contratti precedenti, per Airbus sono stati 768 nell’intero 2019. Anche in questo caso è la famiglia A320 a dominare, con 654 ordini netti. Boeing finora ha comunicato un saldo negativo tra nuovi ordini e cancellazioni o trasformazioni di contratti, -84 nei primi 11 mesi del 2019. Nel 2018 Boeing aveva superato Airbus, con 893 ordini netti rispetto a 747. Dopo un anno il gruppo europeo ha ripreso il primato in un mercato che però si è ristretto.

Per approfondire:
Boeing, i difetti del 737 Max noti da tempo ai dipendenti (che irridevano le autorità di controllo)
Calhoun, il nuovo ceo di Boeing promette un cambio di rotta
Perché lo stop al Boeing 737 Max è un colpo al cuore dell'industria Usa

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Gianni DragoniCaporedattore, inviato

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza, industria aerospazio, difesa, industria ferroviaria, trasporto aereo, grandi aziende pubbliche, privatizzazioni, bilanci società di calcio, stipendi manager, governance società quotate, conflitti d'interesse

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti