ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporti

Aerei, atterra a Fiumicino il primo volo «Covid tested» da New York, quasi 100 passeggeri

È partita l’iniziativa promossa da AdR. Chi arriva dagli Stati Uniti non ha l’obbligo di quarantena. Da gennaio anche voli di Lufthansa dalla Germania

di Gianni Dragoni

(IMAGOECONOMICA)

3' di lettura

È atterrato a Fiumicino poco prima delle 8 di stamattina il primo volo intercontinentale «Covid tested», il volo Alitalia proveniente da New York Jfk. Quasi un centinaio i passeggeri sull’Airbus 330. La procedura sperimentale, concordata da Aeroporti di Roma con la compagnia e autorizzata dal governo, prevede un test obbligatorio prima della partenza negli Stati Uniti e un test antigenico all’arrivo (il tampone rapido ), in questo modo non c’è l’obbligo di quarantena per chi arriva o rientra Italia.

Tutti negativi all’arrivo
Sono risultati tutti negativi al test a Fiumicino i passeggeri provenienti da New York. Solo chi si sottopone al test puà imbarcarsi su questi voli. Prima della partenza dagli Usa è necessario aver fatto un test antigenico rapido o molecolare (detto Pcr) entro le 48 ore dall’imbarco. Ovviamente solo i passeggeri che risultano negativi possono prendere il volo. L’ordinanza che autorizza questa fase sperimentale, prevista fino al 15 febbraio 2021, salvo proroghe, è stata firmata dai ministri della Salute, dei Trasporti e degli Esteri.

Loading...

Fiumicino apripista
Fiumicino è il primo aeroporto almeno in Europa in cui si avvia questa sperimentazione, l’obietitvo è eliminare le quarantene che scoraggiano dal viaggiare. L’iniziativa è partita dall’amministratore delegato di AdR, la società di gestione dello scalo, Marco Troncone. La sperimentazione è partita su due voli Alitalia Roma-Milano Linate, dal 16 settembre. Adesso è estesa ai voli Alitalia per New York e, dal 19 dicembre, ai voli di Delta da Atlanta a Roma.

Accordi con Lufthansa, i voli da gennaio
Altri accordi sono già stati presi co Lufthansa, per creare corridoi puliti nei voli Italia-Germania, sui voli da Francoforte e Monaco diretti a Roma. «È probabile che questi voli Covid tested dalla Germania comincino in gennaio. Forse non ce la faremo prima di Natale», ha detto al Sole 24 Ore l’a.d. di AdR. Questo il commento di Troncone: «Oggi è una tappa importante di un lungo percorso che è cominciato già tempo fa e che avrà ancora delle nuove tappe in futuro: l’aeroporto di Fiumicino, con il lancio avvenuto lo scorso 16 settembre dello stesso prototipo Covid-tested sulla Roma-Milano, è stato tra i primi aeroporti a puntare molto sul test rapido come soluzione ottimale per il trasporto aereo ed esattamente immaginato per essere poi utilizzato sui traffici intercontinentali».

Contatti per estendere i «corridoi puliti»
«Con il primo volo di oggi da New York oggi sicuramente implementiamo un protocollo di viaggio che ottempera maggiore sicurezza e maggiore controllo. Stiamo lavorando per estenderlo ad altri voli internazionali e intercontinentali», ha aggiunto Troncone. «Sappiamo che questa stagione invernale sarà un disastro, a causa del crollo del traffico, ma dobbiamo farci trovare pronti per quando il traffico sarà in grado di ripartire. A Fiumiicno stiamo lavorando in questa direzione. L’obiettivo è mettere a punto tutte le procedure, incrementare i voli Covid tested e far sì che ci sia la consapevolezza dei passeggeri per la primavere 2021»

Alitalia fa tre frequenze la settimana per Jfk
«Alitalia è stata la prima la prima compagnia al mondo ad utilizzare questa tipologia di voli Covid-tested, con la tratta Roma-Milano. Con questo esperimento vogliamo dare il nostro contributo, per cercare di stimolare il traffico intercontinentale e ridare fiducia, soprattutto a quella tipologia di passeggeri più titubanti», ha commentato Massimo Iraci, direttore operazioni di Alitalia. Giovedì 10 dicembre alle 9.30 partirà da Fiumicino il primo volo «Covid tested» diretto agli Stati Uniti, il volo Az 608 di Alitalia. I successivi sono previsti domenica 13 dicembre e martedì 15 dicembre. Sono previste tre frequenze la settimana. Il volo Roma-New York è al momento l’unico intercontinentale di Alitalia. Al momento ci sono anche voli di Delta diretti tra Roma e New York, ma non rientrano in questa procedura.

Riproduzione riservata ©

  • Gianni DragoniCaporedattore, inviato

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza, industria aerospazio, difesa, industria ferroviaria, trasporto aereo, grandi aziende pubbliche, privatizzazioni, bilanci società di calcio, stipendi manager, governance società quotate, conflitti d'interesse

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti