ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporto aereo

Aerei, Ita sceglie Airbus per la nuova flotta. Acquisirà 56 aerei fino al 2025

La «nuova Alitalia» ha firmato due accordi, uno con il costruttore europeo e uno con Air Lease Corporation. Previsti 13 jet di lungo raggio

di Gianni Dragoni

Airbus presenta il taxi volante: il primo volo nel 2023

3' di lettura

Ita sceglie Airbus per il rinnovo della flotta. La «nuova Alitalia» ha ufficializzato la scelta del gruppo franco-tedesco come «partner strategico» per i nuovi aerei, come anticipato dal Sole 24 Ore il 23 settembre. Il costruttore europeo è stato preferito all’americana Boeing. Sono stati firmati due accordi. Uno con Airbus «per l’acquisto» di 28 aerei e un altro con Air Lease Corporation per la fornitura in leasing di altri 31 velivoli Airbus. «Complessivamente Ita acquisirà nell’arco di piano 56 aerei Airbus in leasing a condizioni significativamente più vantaggiose di quelle riservate ad Alitalia», ha annunciato la società.

Il memorandum d’intesa con Airbus

La nota dice che «la compagnia ha firmato un Memorandum of Understanding con Airbus per l’acquisto di 28 aeromobili»: 10 Airbus A330neo per voli di lungo raggio, 7 aerei regionali della famiglia Airbus A220 e 11 della famiglia A320neo per medio raggio. «Per questi ultimi le consegne inizieranno dopo il completamento del Business Plan», precisa la società. Ita intende decollare il 15 ottobre, con 52 aerei Airbus della vecchia Alitalia.

Loading...

L’accordo con Air Lease Corporation

Ita ha inoltre siglato un accordo con la società Air Lease Corporation (Alc) per la fornitura in leasing di altri 31 velivoli Airbus di nuova generazione, fra aerei di lungo, medio e corto raggio.

Fino al 2025 saranno acquisiti 56 nuovi Airbus

Complessivamente, «Ita acquisirà in leasing nell’arco di piano 56 nuovi aerei Airbus (13 di lungo raggio, fra i quali anche i modernissimi Airbus A350-900, e 43 di breve e medio raggio) a condizioni significativamente più vantaggiose di quelle riservate ad Alitalia». La compagnia inoltre dimezzerà il numero delle società di leasing dalle 12 utilizzate da Alitalia in amministrazione straordinaria per gestire la propria flotta a sei partner di provata solidità finanziaria che affiancheranno la compagnia nel percorso di crescita della flotta dai 52 aerei iniziali a 105 velivoli nel 2025.

Prime consegne da marzo 2022

Le consegne dei nuovi Airbus inizieranno dalla fine del primo trimestre 2022, dando così avvio al processo di crescita e conversione della flotta iniziale ITA con una nuova generazione di aeromobili più efficienti e meno inquinanti. Inoltre, la scelta di un unico fornitore consente di superare i limiti di flessibilità nella gestione dell’equipaggio e di ottenere una maggiore efficienza nella fornitura dei pezzi di ricambio degli aeromobili e nelle attività di manutenzione.

Il commento di Altavilla

Alfredo Altavilla, presidente esecutivo di Ita, ha affermato: «La partnership strategica con Airbus e Alc è cruciale per Ita al fine di imprimere una svolta al nostro Business Plan nel raggiungimento dell’obiettivo di operare una nuova flotta rispettosa dell’ambiente e con costi operativi e di leasing significativamente bassi. Voglio ringraziare sia Christian Scherer, Chief commercial officer di Airbus, sia Steven F. Udvar-Házy, Presidente Esecutivo di Air Lease Corporation, per la fiducia riposta nel futuro della nostra nuova compagnia aerea».

La posizione di Scherer (Airbus)

«Ita ha effettuato un’accurata valutazione degli aeromobili e ha scelto Airbus per tutti i segmenti della propria flotta. Questo è molto gratificante ed è una testimonianza del grande valore della gamma di prodotti Airbus. L’accordo stabilisce un punto di riferimento nella progressione verso la decarbonizzazione e l’efficienza. Fin dall’inizio, abbiamo lavorato a stretto contatto con ITA, ascoltando attentamente le loro esigenze. Oggi siamo orgogliosi e grati di essere al fianco di ITA nella costruzione del suo futuro insieme. Grazie mille!», ha detto Scherer, Chief commercial officer di Airbus.


Riproduzione riservata ©

  • Gianni DragoniCaporedattore, inviato

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza, industria aerospazio, difesa, industria ferroviaria, trasporto aereo, grandi aziende pubbliche, privatizzazioni, bilanci società di calcio, stipendi manager, governance società quotate, conflitti d'interesse

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti