Rapporto Enac

Aerei, il traffico in Italia -72,5% nel 2020. Ryanair resta la prima compagnia

Il vettore irlandese ha 11,8 milioni di passeggeri, Alitalia seconda con 6,5 milioni, terza easyJet. Aumenta la quota delle low cost

di Gianni Dragoni

Draghi: Alitalia? Debito buono se andrà avanti sulle proprie ali

4' di lettura

Meno 72,5 per cento. È la percentuale che misura il crollo del traffico aereo in Italia nel 2020. I dati sono contenuti nel rapporto dell’Enac, l’ente dell’aviazione civile. I passeggeri transitati negli aeroporti italiani sono stati 52.759.724. Ryanair si conferma la prima compagnia per numero di passeggeri in Italia, 11,837 milioni in totale (-70,8%), davanti ad Alitalia con 6,515 milioni (-70,1%). Terza easyJet, con 4,28 milioni (-76,5%). L’aeroporto di Roma Fiumicino resta il primo per passeggeri, davanti a Malpensa che è primo per le merci.

Crollo a causa del Covid

Il traffico aereo «è stato fortemente condizionato dalla crisi innescata dal’emergenza epidemiologica da Covid-19», fa notare l’Enac. Sul totale di circa 52,76 milioni di passeggeri, 25 milioni sono il traffico nazionale, che ha registrato una contrazione più moderata (-61,1%), rispetto all’internazionale, che ha un totale di 27,7 milioni di passeggeri (-78,3%). Quest’ultimo è il più colpito, a caua delle quarantene e delle restrizioni ai viaggi all’estero.

Loading...

Ryanair davanti ad Alitalia

Tra i vettori malgrado il crollo del traffico e le cancellazioni di voli, anche selvagge secondo molti consumatori, l’aggressiva low cost irlandese Ryanair si è confermata la prima in Italia per numero di passeggeri totali, 11,837 milioni, con un -70,8% rispetto ai 40,527 milioni del 2019. Alitalia resta al secondo posto, quasi 6,515 milioni di passeggeri totali, -70,1% rispetto ai 21,77 milioni dell’anno precedente.

easyJet vola con tre società

La low cost britannica easyJet si conferma al terzo posto, con 4,549 milioni di passeggeri, -76,2% rispetto ai 19,17 milioni del 2019. Da notare che i dati di questa compagnia sono riferiti a tre società, una è l’austriaca easyJet Europe Airline Gmbh, creata per superare le limitazioni ai diritti di traffico causate dalla Brexit (questa ha trasportato 3,545 milioni di passeggeri nel 2020, -70% rispetto al 2019). Le altre sono la storica compagnia britannica easyJet Uk Ltd. (735.464 passeggeri, -88,5% sul 2019) e la filiale svizzera easyJet Switzerland Sa, 268.496 passeggeri (-71,2%).

Avanzano Wizz e Volotea

Dietro questi vettori avanzano le altre low cost europee. Al quarto posto l’ungherese Wizz Air, con 1,769 milioni di passeggeri (-65,6%), supera la spagnola Vueling, che arretra al settimo posto, 968.002 passeggeri (-84,8%). Avanza al quinto posto la low cost Volotea di Barcellona, 1,61 milioni di passeggeri (-54,8%), che ha il calo più basso fra le prime 30 compagnie operanti in Italia.

Lufthansa sesta, Air France ottava

Tra le compagnie tradizionali la prima straniera è Lufthansa, sesta con 1,49 milioni di passeggeri (-78,5%) tra la casa madre e Eurowings. Oltre a questi passeggeri ci sono anche i 356.588 di Air Dolomiti (-78,1%), che ha come azionista unico Lufthansa. Se si sommano i passeggeri Air Dolomiti a quelli di Lufthansa ed Eurowing si arriva a 1,85 milioni (-78,4%), questo collocherebbe Lufthansa al quarto posto. E senza considerare il traffico di Swiss (297.445 passeggeri, -74,1%), Brussels (244.844, -78%), Austrian (165.623, -79,6%), che insieme aggiungerebbero altri 707.800 passeggeri all’intero gruppo Lufthansa, per un totale di oltre 2,5 milioni nel 2020. Air France è ottava con 918.439 passeggeri (-70,2%9, la compagnia dello stesso gruppo Klm è decima con 641.926 (-67,8%). In mezzo, nona, British Airways con 893.336 (-74,6%).

Neos seconda tra le italiane

Tra le altre compagnie italiane Neos, presieduta da Lupo Rattazzi, ha trasportato 402.817 passeggeri (-74,6%) ed è la prima dopo Alitalia, al dodicesimo posto. Air Dolomiti, italiana ma controllata da Lufthansa, è quindicesima. Blue Panorama ha trasportato 273.300 passeggeri (-80,4%), è ventunesima. Air Italy, messa in liquidazione dai soci poco prima della fine di febbraio 2020, ha trasportato 245.499 passeggeri (-88,5%).

Emirates prima tra le non europee, crollo di Delta

Emirates è la prima tra le compagnie di altri continenti, 390.553 passeggeri (-79,6%), quindi Turkish Airlines 357.413 (-78,8%), Qatar Airways 292.539 (-72,2%). Ridotti ai minimi termini i passeggeri delle compagnie americane. La prima è Delta con appena 78.378 passeggeri (-91,2%)

Alitalia prima per poco nei voli nazionali, terza nei voli per l’estero

Nel traffico nazionale Alitalia è prima con 4,389 milioni di passeggeri, incalzata da Ryanair con 4,081 milioni. Volotea supera easyJet, 1,52 milioni di passeggeri contro 1,44 milioni. Nel traffico internazionale Ryanair è prima con 7,756 milioni. Le tre easyJet superano Alitalia, con 2,839 milioni di passeggeri contro i 2,1 milioni della compagnia italiana.

Aeroporti, Fiumicino in testa davanti a Malpensa

I dati sul traffico negli aeroporti confermano quelli già resi noti da Assaeroporti. Per passeggeri Roma Fiumicino è al primo posto con 9,755 milioni (-77,5%) e incide per il 18,5% sul totale. Malpensa è secondo con 7,2 milioni (-74,9%), incide per il 13,6% sul totale. Terzo Bergamo con 3,83 milioni (-72,2%), quarto Catania con 3,648 milioni (-64,1%), quinto Venezia con 2,786 milioni (-75,8%). Nelle merci la flessione del trasportato è stata inferiore ai passeggeri, -24,2% a 804mila tonnellate. Al primo posto si conferma Malpensa con una contrazione del -7,5 per cento.

Aumenta la quota di mercato delle low cost

Anche con la pandemia le compagnie low cost hanno guadagnato quote di mercato. Secondo i dati dell’Enac i vettori low cost hanno trasportato 30,245 milioni di passeggeri in Italia nel 2020 (-71,4%), i vettori tradizionali 22,51 milioni (-73,9%). La quota di traffico dei vettori low cost sul totale dei passeggeri è aumentata dal 55,1 al 57,3% (è più alta nel nazionale, 58,7%). La quota dei tradizionali è diminuita dal 44,9 al 42,7% dei tradizionali (è più bassa, 41,3%, nel nazionale). Per il quarto anno consecutivo nel mercato italiano le low cost hanno trasportato più passeggeri dei vettori tradizionali.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti