ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrasporto aereo

Aeroporti: 23 aperti, ma Linate resta chiuso. Sea ottimizza i voli su Malpensa

Un decreto del ministro De Micheli riapre Alghero e Brindisi, oltre agli scali già in funzione. Limitazioni per la Sardegna fino al 12 giugno

di Gianni Dragoni

Ecco l'aria che respiriamo sugli aerei

Un decreto del ministro De Micheli riapre Alghero e Brindisi, oltre agli scali già in funzione. Limitazioni per la Sardegna fino al 12 giugno


3' di lettura

Da oggi sono aperti 23 aeroporti italiani, due in più di quelli che erano già operativi. Alghero e Brindisi si aggiungono alla lista degli scali in funzione, mentre Milano Linate resta chiuso. A Milano i voli sono concentrati su Malpensa. A Roma sono in funzione Fiumicino e Ciampino. Lo prevede un decreto del ministro dei Trasporti, Paola De Micheli. Limitazioni per la Sardegna: fino al 12 giugno solo i voli e i collegamenti marittimi «in continuità territoriale».

L’elenco dei 23 aeroporti

Il decreto sostiiutsce il precedente del 17 maggio, che era valido fino al 2 giugno. Da oggi, secondo il nuovo decreto , che è valido fino al 14 giugno, «al fine di evitare il diffondersi dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 » per il trasporto aereo, «tenuto conto delle richieste pervenute dai gestori aeroportuali, della collocazione geografica degli aeroporti in grado di servire bacini di utenza in modo uniforme sul territorio e della capacità infrastrutturale degli stessi, nonché della necessità di garantire i collegamento insulari, l’operatività dei servizi è limitata agli aeroporti di Alghero, Ancona, Bari, Bergamo-Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze-Peretola, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, e Venezia Tessera».

La chiusura di Linate

Negli aeroporti commerciali non inclusi in quest’elenco sono consentite le attività di aviazione generale, cioè i voli con aerei privati. A Milano resta chiuso Linate, il city airport più comodo da raggiungere dal capoluogo lombardo. Il decreto non spiega il motivo. Ma già il decreto del 17 maggio che teneva chiuso Linate faceva riferimento alle «osservazioni svolte dalla società di gestione dell’aeroporto - Sea Spa». A causa dello scarso traffico la Sea ha preferito concentrare i voli su un solo aeroporto per contenere i costi e ha scelto Malpensa. Per l’apertura di Linate molto dipenderà dalle decisioni delle compagnie in termini di volumi di traffico.

A Malpensa voli al Terminal 2

Lo scalo in provincia di Varese è più adatto ai voli di grandi aerei, i «wide body» Airbus 330 e Boeing 777 impiegati per voli intercontinentali. Ma in questo periodo Alitalia usa questi aerei anche per voli in Europa e in Italia, per caricare più passeggeri, visto che con le regole sul distanziamento non si possono occupare tutti i posti. Questi vincoli sono stati ammorbiditi dall’Enac, che non richiede più il minimo di un metro obbligatorio di distanza, basta tenere vuoto un sedile in mezzo nelle file da tre, ma per le compagnie non è ancora sufficiente a garantire l’economicità delle operazioni . Per ottimizzare le operazioni tutti i voli passeggeri a Malpensa sono sul Terminal 2, il più vecchio, di solito usato dalla low cost easyJet.

Fiumicino e Ciampino aperti

A Roma sono aperti entrambi gli aeroporti gestiti da AdR, sia Fiumicino sia Ciampino, che è usato dalle low cost. Tra gli aeroporti più importanti restano chiusi Verona e Reggio Calabria. Assaeroporti, l’associazione degli scali nazionali, ha segnalato che da marzo a maggio tutti gli aeroporti italiani hanno perso 45 milioni di passeggeri rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I gestori lamentano la mancanza di misure del governo di risarcimento dei danni subìti dal coronavirus.

Voli per la Sardegna

Il decreto mantiene restrizioni per i collegamenti aerei e in traghetto per la Sardegna, «in relazione anche alla particolare situazione dell'organizzazione sanitaria della stessa Regione». Viene riaperto Alghero, prima operavano solo Cagliari e Olbia. Fino al 12 giugno il trasporto aereo di viaggiatori per la Sardegna è assicurato dagli aeroporti di Alghero, Cagliari e di Olbia «esclusivamente per garantire la continuità territoriale su voli oggetto di obblighi di servizio pubblico». Quindi solo voli gestiti da Alitalia in continuità territoriale. «A partire dal 13 giugno _ dice il decreto _ è previsto il riavvio di tutti i voli domestici da e per la Sardegna».

I traghetti

Stesso discorso per i traghetti. Fino al 12 giugno il trasporto marittimo di viaggiatori di linea da e verso la Sardegna «è limitato ai servizi svolti in continuità territoriale, tutti i collegamenti da e per la Sardegna verso i porti nazionali e viceversa saranno riattivati dal 13 giugno». Il trasporto delle merci non è soggetto a limitazioni.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Gianni DragoniCaporedattore, inviato

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza, industria aerospazio, difesa, industria ferroviaria, trasporto aereo, grandi aziende pubbliche, privatizzazioni, bilanci società di calcio, stipendi manager, governance società quotate, conflitti d'interesse

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti