Aeroporti

Aeroporto di Palermo, ripartono gli investimenti della Gesap

Chiuso un finanziamento da 37 milioni con Intesa Sanpaolo e Unicredit e la garanzia Sace. Il piano della società di gestione per ridisegnare lo scalo

di Nino Amadore

3' di lettura

Riparte il piano di investimenti della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo di cui è amministratore delegato Giovanni Scalia. La società ha chiuso un’operazione di finanziamento da 37 milioni con due linee di finanziamento accordate con quote paritetiche da Intesa Sanpaolo e UniCredit e garantite da Sace. Deal counsel dell'operazione è stato lo Studio Grimaldi.

«

Loading...

Dopo mesi di condivisione con i nostri partner finanziari – dice Giovanni Scalia – abbiamo chiuso questa importante operazione che garantisce la prosecuzione del piano di investimenti, con i lavori di ammodernamento del terminal, maggiori servizi per i passeggeri e particolare riguardo alle tematiche ambientali. L'innesto di nuovo capitale certifica il grande impegno della struttura organizzativa e spinge Gesap verso importanti prospettive di sviluppo, che blindano il futuro della società, con importanti ricadute anche nel tessuto economico del territorio». Il finanziamento serve a supportare il piano di investimenti da 70 milioni che Gesap sta portando avanti e «che darà nuovi servizi e nuovi ricavi all’aeroporto grazie ai lavori che saranno fatti ma anche alla comunità – dice Scalia –. L’aeroporto intanto sta facendo volumi molto simili a quelli del 2019. Stiamo tenendo».

La prima linea di credito ammonta a 19 milioni e ha durata decennale mentre l'altra linea di credito è pari a 18 milioni e ha una durata di 6 anni: ambedue sono destinate a finanziare il piano di investimenti 2020-2023 della Gesap che è stato recentemente rivisto a causa della situazione determinata dall'emergenza Covid, e a supportare la dinamica del capitale circolante. «Siamo particolarmente soddisfatti di partecipare a questo importante finanziamento che contribuisce a potenziare l'Aeroporto di Palermo, innalzando gli standard qualitativi a sicuro beneficio dell'intera collettività –- dice Salvatore Malandrino, Regional manager Sicilia di UniCredit –. L'importanza degli investimenti nel sistema delle infrastrutture è emersa ancora più evidente per consentire una rapida ripartenza nel post covid e per assicurare un ritorno alla “nuova normalità” ancora più solido. Questa operazione conferma inoltre la piena operatività di UniCredit su tutte le possibili soluzioni previste dal Decreto Liquidità e l'impegno del nostro Gruppo nel supportare le imprese del territorio a indirizzare le energie verso un futuro ecosostenibile e a favorire i processi di transizione Esg».

La prima linea di credito in particolare prevede infatti un meccanismo di step up/step down con un meccanismo di aumento o riduzione del tasso applicato al finanziamento al raggiungimento di 3 Kpi Esg (sulla base di riduzione delle emissioni inquinanti, riduzione del consumo idrico, formazione del personale sulle tematiche ambientali). «Con questa operazione rinnoviamo il supporto a una realtà di primaria importanza nel panorama infrastrutturale del nostro Paese come Gesap – spiega Giovanni Costigliola, Responsabile Area Corporate Sud della Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo. Il finanziamento permetterà alla società di sviluppare il proprio piano di investimenti, con importanti benefici per il territorio nel quale opera. L'accordo con Gesap dimostra, inoltre, come un approccio al business sostenibile e responsabile, che Intesa Sanpaolo desidera stimolare, sia sempre più centrale nelle strategie aziendali».

Sace, dal canto suo, ha supportato la prima linea di credito attraverso una garanzia finanziaria a sostegno d'investimenti che avranno un impatto positivo sui processi produttivi e occupazionali per la ripresa del turismo della regione, mentre la seconda è stata rilasciata nell'ambito del programma Garanzia Italia, lo strumento del Decreto Liquidità per fronteggiare gli impatti negativi del contesto pandemico. «Per noi è imposrtante - dice Mario Melillo, responsabile Mid Corporate Centro Sud di Sace –sostenere insieme a due importanti player finanziari il piano d'investimenti pluriennale della Gesap con l'obiettivo di valorizzare ed implementare un'infrastruttura strategica per la regione sia in termini occupazionali che per la ripresa del turismo, uno dei driver fondamentali della ripartenza dell'economia nazionale e siciliana».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti