ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCes 2023

Afeela: il nuovo brand di Sony Honda per la mobilità del futuro

Al Ces 2023 l'alleanza Sony Honda, ha annunciato il nuovo marchio Afeela e presentato un prototipo hi-tech che rappresenta la visione della joint venture nipponica per la mobilità di domani.

di Federico Cociancich

2' di lettura

I due colossi giapponesi Sony e Honda, che hanno fondato nel 2018 la joint venture Sony Honda Mobility (SHM), hanno presentato al Ces 2023 di Las Vegas il nuovo brand Afeela, destinato a “mettere a terra” tutte le innovazioni che le società stanno progettando per la mobilità del futuro.
Durante la presentazione, Yasuhide Mizuno, CEO di SHM, ha chiarito alcuni dei principi ispiratori del nuovo marchio automotive e in particolare l'intenzione dell'azienda di diventare una mobility tech company che avrà come mission l’innovazione della mobilità per tutti.

Nomen omen

Afeela deve il suo nome a “Feel (sentire)”, come un'esperienza che viene posta al centro del concetto di mobilità, e vuole esprimere una relazione interattiva in cui le persone “sentono” la mobilità come un’entità intelligente e al contempo la mobilità stessa “sente” le persone grazie a tecnologie avanzate di sensoristica e di rete. Il primo esempio pratico si è materializzato in un concept, al momento senza nome, che evidenzia le potenzialità del nuovo brand e meglio chiarisce come l'obbiettivo sia quello di permettere alle persone di muoversi “attraverso la ricerca e l’innovazione”.

Loading...

Le linee degli esterni, seppur eleganti, non identificano scelte rivoluzionarie, e quelle degli interni puntano principalmente a ricreare ambienti minimalisti, con linee arrotondate e avvolgenti, massima semplicità, minimi elementi ornamentali e colori prevalentemente neutri.

La tecnologia non manca

Da due nomi come Sony e Honda non ci si poteva certo aspettare un prototipo che non fosse altamente tecnologico. La soluzione alla base di tutte le funzionalità chiave è la “Snapdragon Digital Chassis” di Qualcomm, che sarà il motore per l'interfaccia uomo/macchina, i sistemi telematici e quelli di assistenza alla guida (la joint venture promette che saranno particolarmente evoluti). Il prototipo dispone di ben 45 telecamere e sensori Time of Flight (ToF), che misurano la distanza da un oggetto in base al tempo impiegato dalla luce per colpirlo e tornare indietro, posizionati sia all’interno, sia all’esterno. Questi rileveranno le reazioni del conducente e terranno monitorate le situazioni ambientali per evitare incidenti: la vettura sarà infatti dotata di guida autonoma di livello 3.La realizzazione di un sistema di integrazione tra realtà virtuale e fisica porterà a una nuova generazione di interfaccia tra uomo e macchina e non a caso è stata realizzata in collaborazione con Epic Games, prestigiosa società che sviluppa videogiochi.

Afeela introdurrà infatti un’esperienza personalizzata attraverso servizi cloud realizzati pensando anche al mondo dell'intrattenimento. Nonostante al momento siano ancora diversi i punti da chiarire, il progetto prevede l'industrializzazione da parte di Honda con i preordini dei primi modelli a partire nella prima metà del 2025, e le prime consegne, inizialmente destinate al mercato statunitense, previste nella primavera del 2026. In un secondo momento, le vetture della joint venture dovrebbero sbarcare anche sul mercato giapponese mentre non si hanno notizie al momento per quello europeo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti