SIDERURGIA

Aferpi, ebitda trimestrale negativo per 7 milioni

di Matteo Meneghello


default onloading pic
(Carlo Carino)

1' di lettura

L’ex Lucchini di Piombino «perde» oltre 7 milioni di euro in tre mesi, per una produzione di 68 milioni di tonnellate. Emerge dalla lettura dell’ultimo bilancio trimestrale di Jindal steel west, la conglomerata indiana che ha rilevato nei mesi scorsi gli asset della ex Lucchini dal gruppo algerino Cevital. Nei tre mesi di gestione la controllata italiana ha prodotto 68,035 milioni di tonnellate - dettaglia il documento degli indiani - e ha venduto 45,948 milioni di tonnellate. L’ebitda di periodo è stato negativo per 7,36 milioni di euro.

Il gruppo indiano ha complessivamente prodotto 4,23 milioni di tonnellate di acciaio nell’ultimo trimestre (+3%), per un totale di 12,52 milioni in nove mesi (+5%). Lo spedito è sceso nell’ultima frazione del 7% (da 3,97 a 3,68 milioni di tonnellate), per un bilancio sui tre trimestri di 11,46 milioni, in linea con l’anno precedente.

Il fatturato del gruppo è cresciuto del 9% per 2,27 miliardi di euro. L’Ebitda complessivo ha fatto segnare un aumento del 24% con 547,6 milioni di euro, per 233,4 milioni di euro di utile, in calo del 10 per cento.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...