tecnocasa

Affitti, Bologna e Milano guidano i rialzi dei canoni

di Emiliano Sgambato

default onloading pic
(Fotogramma)


2' di lettura

Bologna e Milano guidano il rialzo degli affitti nella prima parte del 2018. Continua quindi il trend registrato nel 2017, con le quotazioni che trovano sostegno nel restringersi dell’offerta, causata anche dalla “concorrenza” delle locazioni brevi. Il tutto in un mercato che ha sofferto nel complesso meno della grande crisi immobiliare degli ultimi anni rispetto a quello delle compravendite, dove i prezzi sono ancora stagnanti con solo le grandi città che vedono qualche segno più e nonostante qualche avvisaglia di miglioramento.

A confermare la tendenza è l’ufficio studi di Tecnocasa, che nota come nelle grandi città i canoni di locazione nel primo semestre facciano segnare +1,1% per i monolocali, +1,4% per i bilocali (la tipologia più richiesta con circa il 37% delle richieste) e +1,2% per i trilocali. In testa ci sono Bologna (rispettivamente +5,2%, +2,6% e +4,1%) e Milano (+2,7%, +2,5% e +2,6%).
«Tra le motivazioni la riduzione dell'offerta sul mercato (soprattutto in quelle realtà dove sta crescendo il fenomeno degli affitti turistici) e la migliore qualità della stessa. Infatti – nota il franchising – i potenziali locatari sono sempre più esigenti nella ricerca dell’immobile e si evidenzia una maggiore facilità di affitto per le soluzioni di “qualità”, ben arredate, posizionate in zone servite e luminose. La presenza del riscaldamento autonomo è apprezzata perché consente una riduzione dei costi condominiali. I proprietari stanno recependo questa esigenza e la qualità dell'offerta abitativa in locazione è in miglioramento».

QUANTO CRESCONO I CANONI NELLE CITTÀ Variazione percentuale canoni di locazione Isem18 rispetto al II sem. 2017. (Fonte: Tecnocasa)
Loading...

Sostanzialmente invariata la distribuzione della motivazione della ricerca della casa in affitto: il 61,4% sceglie la locazione perché non può o non vuole comprare, il 36,1% lo fa per motivi legati al lavoro e il 2,5% per motivi legati allo studio.
Tecnocasa segnala «l’ulteriore crescita del contratto a canone concordato che è ora al 29,1%, trovando sempre più consensi tra proprietari ed inquilini. Nel 2014 era al 13,9%». L’analisi demografica di coloro che cercano casa in affitto «ha evidenziato che il 41,4% ha un'età compresa tra 18 e 34 anni, il 39,7% è rappresentato da single».

QUANTO COSTA L'AFFITTO NEI CAPOLUOGHI Canoni medi mensili. (Fonte: Tecnocasa)
Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...