solidarietà

Affitti brevi, case riconvertite per l’emergenza coronavirus

Altido, CleanBnB, Halldis, Italianway, Sweetguest e Wonderful Italy mettono a disposizione gli appartamenti gestiti per medici e infermieri

di Redazione Real Estate

default onloading pic
(wooooooojpn - stock.adobe.com)

Altido, CleanBnB, Halldis, Italianway, Sweetguest e Wonderful Italy mettono a disposizione gli appartamenti gestiti per medici e infermieri


1' di lettura

Gli affitti brevi vivono una fase di stop completo a causa del coronavirus. Perché quindi non utilizzare gli appartamenti vuoti riconvertendoli per l’emergenza sanitaria? Ci hanno pensato sei aziende del settore, Altido, CleanBnB, Halldis, Italianway, Sweetguest e Wonderful Italy, società che gestiscono appartamenti per locazione a breve termine.

Le sei società mettono infatti a disposizione di medici e infermieri coinvolti nell’attività ospedaliera di cura del Coronavirus gli appartamenti che gestiscono a Milano, Padova, Venezia, Bologna, Torino, Genova, Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Siracusa, Catania e Bari, oltre ad altre città principali su tutto il territorio italiano.
Le aziende sanitarie o direttamente i medici e gli infermieri possono contattare le società utilizzando l’indirizzo mail stateacasanostra@gmail.com. Perché proprio #stateacasanostra è l’hashtag della campagna di solidarietà.

Il costo della locazione degli immobili sarà totalmente assorbito dalle società promotrici, che chiederanno agli ospiti solo il contributo per la pulizia e la sanificazione finale. L’iniziativa sarà valida fino al 10 aprile.


Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati