L’attuazione

Affitti con morosità, decreto per il rimborso Imu 2021

Gli immobili interessati sono circa 120mila, stanziamenti per complessivi 100 milioni

di Saverio Fossati

(AdobeStock)

2' di lettura

Arrivano i rimborsi per chi ha già pagato. E chi non ha pagato ha fatto bene. Parliamo dell’Imu 2021 sugli immobili abitativi locati ma il cui inquilino era sotto sfratto per morosità: il Dm dell’Economia in via di pubblicazione e attuativo dell’articolo 4 ter, comma 1, del Dl 73/2021 (Dl sostegni bis) detta le regole per ottenere quanto versato dai possessori dell’immobile al Comune per la scadenza del 16 giugno, cioè della prima rata o, per i più solerti, dell’intera Imu 2021.

L ’esenzione, stabilita dal Dl 73/2021, era infatti divenuta legge con la pubblicazione della legge di conversione, il 25 luglio 2021, cioè molto dopo la scadenza del 16 giugno. Così chi aveva scommesso sulle voci di esenzione ha vinto, gli altri dovranno avviarsi sulla via dell’istanza di rimborso.

Loading...

A chi spetta il rimborso

La questione interessa parecchi proprietari: f acendo una stima solo sugli sfratti per morosità (da dieci anni circa il 90% del totale delle convalide), ci si può aspettare che gli sfratti per morosità sospesi nel 2020-2021 siano almeno 120mila, e che i 100 milioni stanziati potrebbero bastare a stento, considerato il peso dell’imposta nelle grandi città, dove sono concentrate le istanze di rilascio.

I contenuti dell’istanza

Il decreto stabilisce che nell’istanza (una normale istanza di rimborso Imu) occorre indicare: a) possesso dell’immobile; b) concessione dello stesso in locazione a uso abitativo; c) estremi della convalida di sfratto per morosità entro il 28 febbraio 2020, la cui esecuzione è sospesa sino al 30 giugno 2021 oppure una convalida di sfratto per morosità successivamente al 28 febbraio 2020, la cui esecuzione è sospesa fino al 30 settembre 2021 o fino al 31 dicembre 2021; d) estremi del versamento della prima o unica rata Imu 2021; e) importo di cui si chiede il rimborso; f) le proprie coordinate bancarie.

La dichiarazione obbligatoria

Il Dm prevede poi una complicazione burocratica: tutti quelli che faranno istanza di rimborso dovranno presentare entro il 30 giugno 2022 la dichiarazione Imu (articolo 1, comma 769, della legge 160/2019), attestando il possesso dei requisiti che danno diritto all’esenzione 2021 e l’importo del rimborso, nello spazio dedicato alle annotazioni del modello di dichiarazione.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti