Palazzo Madama

Dl Sostegni, dagli sfratti ai canoni non pagati: ecco tutte le novità

Con gli emendamenti approvati raddoppia la proroga degli sfratti, sui canoni non pagati il proprietario non versa l'irpef

di M.Se.

Sfratti, Imu, voucher viaggi, nuovi aiuti dl Sostegni

2' di lettura

Con il decreto Sostegni 1 arriva anche un pacchetto di misure sul fronte della casa con un nuovo intervento sugli sfratti, che da un lato proroga il blocco per le procedure esecutive attivate da febbraio 2020, dopo l'inizio della pandemia, e dall'altro, di fatto, conferma lo sblocco a partire dal primo luglio per gli sfratti pre-Covid. Arriva inoltre per i proprietari l’esenzione Irpef sui canoni di locazione non percepiti.

Raddoppia la proroga degli sfratti

Via libera alla proroga degli sfratti, ma solo per i casi collegati all'emergenza Covid. Per tutti gli altri lo sblocco è previsto a partire dal 30 giugno. Lo prevede un emendamento al decreto legge Sostegni 1 approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. Da mercoledì 5 maggio il decreto legge (Dl 41/2021) è all'attenzione dell’Aula del Senato in prima lettura. La norma fissata dall'emendamento stabilisce che i proprietari degli immobili potranno tornare in possesso delle loro case a partire dal luglio, se il rilascio è stato ordinato prima del 28 febbraio 2020. Mentre per gli atti di sfratto successivi, fino al 30 settembre 2020, il blocco rimane fino al 30 settembre. Mentre per chi ha ricevuto è stato sfrattato tra il primo ottobre 2020 e il 30 giugno 2021 la proroga è prevista fino al 31 dicembre 2021.

Loading...

La scelta di evitare ingorghi

Una scelta per “evitare ingorghi” e uscire in modo graduale dalla misura senza pesare troppo su “un tessuto già gravemente inciso” dalla crisi, è la motivazione del governo. Che, però, non convince Confedilizia perché “il provvedimento di rilascio giunge al termine di un procedimento che dura diversi mesi”, e quindi la misura non protegge solo i morosi causa Covid ma anche altri che lo erano da ben prima e situazioni che nulla hanno a che vedere con il virus. Ora l'associazione dei proprietari, dopo “14 mesi di diritti sospesi”, guarda ora all'esito del ricorso alla Corte costituzionale.

Sui canoni non pagati il proprietario non versa l’Irpef

Esenzione Irpef sui canoni di locazione non percepiti. Anche questa misura è prevista da un emendamento al Dl Sostegni 1 approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. Un’altra modifica approvata prevede inoltre il ricorso ai Covid hotel come centri vaccinali per rafforzare con maggiore efficienza logistica la rete dei centri di somministrazione dei vaccini e di dare così il massimo impulso alla campagna vaccinale.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti