Turismo

Agenzie di viaggio e tour operator in ginocchio, chiesti sostegni al Governo

Ricavi ancora in caduta e a rischio c’è la sopravvivenza di oltre un terzo delle attività. Serve un allentamento delle restrizioni per agevolare gli arrivi dall’estero oltre a ristori per almeno 500 milioni

di Enrico Netti

(mauritius images / AGF)

3' di lettura

«Il nostro settore sta vivendo una durissima e lunga crisi, aggravata dall’inizio del conflitto russo-ucraino. L’impatto sul comparto è stato importante e continuerà purtroppo ad esserlo anche quest’anno. Le conseguenze per imprese e addetti, senza ulteriori sostegni, saranno gravi ed irreversibili - avverte Pier Ezhaya, Presidente Astoi Confindustria Viaggi -.
Auspichiamo pertanto che il Governo intervenga subito tenendo seriamente conto di tutti i fattori che stanno determinando un inaspettato prolungamento della crisi con effetti devastanti sul settore, minando radicalmente la ripresa prevista nel 2022». Questo l’ennesimo grido d’allarme lanciato degli imprenditori del turismo organizzato attraverso Astoi Confindustria Viaggi, Aidit-Federturismo Confindustria, Assoviaggi-Confesercenti, Fiavet Confcommercio e Maavi-Conflavoro PMI. Secondo le stime nel biennio 2020 - 2021 il turismo organizzato ha segnato un crollo dei ricavi pari al -76,7% e a -81,2% con una perdita totale di fatturato di 21,1 miliardi a cui si possono sommare le perdite attese per l’anno in corso stimate in altri 6 miliardi. Il totale raggiunge così i 27,1 miliardi perché la guerra scatenata dalla Russia e l’inflazione in crescita hanno portato nel primo trimestre 2022 a un calo del 53% delle prenotazioni rispetto lo stesso periodo del 2019. Quello che si prospetta è un altro anno nero per tour operator (To), agenzie di viaggio e tutte le attività collegate. Il rischio è che a fine anno cessi l’attività oltre un terzo delle agenzie e dei To con la perdita del 34% dei posti di lavoro che nel 2021 erano circa 86mila. Ma il Governo non ha stanziato sostegni per il 2021, anno ancor più duro del precedente. Il Fondo Unico per il Turismo istituito dalla Legge di Bilancio e recentemente incrementato dal Sostegni Ter, si attesta a 225 milioni che verranno ripartiti tra tutti i player della filiera turistica. Ai tour operator ed alle agenzie di viaggi, con il decreto Sostegni Ter, è stato destinato un budget di 39,3 milioni, ovvero un sedicesimo di quanto stanziato nel 2020. Le associazioni del comparto chiedono ristori per almeno 500 milioni, lo scostamento di bilancio per sostegni adeguati, l’azzeramento conteggio settimane periodi integrazione salariale, la proroga della moratoria sui finanziamenti. È anche stata proposta di detraibilità delle spese per vacanze per rivitalizzare l’attività del turismo organizzato.

Le associazioni ritengono che in vista della Pasqua l’allentamento delle restrizioni appena deciso dal Governo al fine di agevolare l'incoming avrebbe potuto essere più coraggioso per consentire ai turisti di prenotare serenamente le proprie vacanze in Italia, prendendo come esempio la Francia ed altri Paesi dove tutte le limitazioni sono già state tolte. Per quanto riguarda l'outgoing, dopo i primi positivi segnali di ripresa, si sta assistendo ad un raffreddamento delle prenotazioni sui viaggi internazionali, dovuto al clima di timore e di incertezza generato dal conflitto. L’andamento delle prenotazioni relativo ai primi trimestri del 2021 e 2022 rispetto al 2019 (dati Astoi Confindustria Viaggi) evidenzia un calo medio rispettivamente del 95% nel 2021 e del 53% nel 2022. Il prezzo del jet fuel è più che raddoppiato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: un incremento così significativo del costo del carburante non può non ripercuotersi sui prezzi dei pacchetti turistici e, conseguentemente, sulla domanda.
Da qui la richiesta della detraibilità fiscale delle spese per vacanza. Per sostenere la domanda, chiedono le associazioni, sarebbe importante attivare un meccanismo di detraibilità fiscale delle spese per vacanza - sul modello di quelle sanitarie - sostenute dai consumatori per l'acquisto di pacchetti o servizi turistici presso agenzie viaggi /tour operator, prevedendo un triennio di sperimentazione.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti