operato al setto nasale il più grave

Aggressione a Roma ai ragazzi del cinema America: video di sorveglianza al vaglio


"Hai la maglia del Cinema America, sei antifascista": 4 aggrediti

3' di lettura

Dopo le minacce sono passati ai fatti. Quattro ragazzi ventenni sono stati aggrediti ieri notte da una decina di individui di circa trent'anni al grido di «hai la maglietta del Cinema America, sei antifascista levati subito la maglietta, te ne devi andare via». I quattro avevano passato la serata in Piazza San Cosimato per seguire le proiezioni dei ragazzi del Cinema America. Sono seguite bottigliate, pugni, insulti e testate con minacce affinché i ragazzi levassero le magliette.

GUARDA IL VIDEO - «Hai la maglia del Cinema America, sei antifascista»: 4 aggrediti

Operato al setto nasale il ragazzo più grave
David Habib è il ferito più grave. É stato ricoverato al Fatebenefratelli dell’isola Tiberina, con la maglietta bordeaux piena di sangue per un trauma con frattura scomposta alla piramide nasale. Habib su Twitter, subito dopo l’operazione al setto nasale, ha ringraziato tutti per la solidarietà e ha detto che domani presentarà la denuncia indossando la maglietta del Cinema America. A un altro degli aggrediti sono stati messi tre punti sul sopracciglio destro, anche lui medicato in ospedale nella notte. Valerio Colantoni, un altro dei ragazzi aggrediti, ha già sporto denuncia alla stazione dei Carabinieri ed è andato alla polizia per il riconoscimento di alcune foto segnaletiche.

I pm attendono l’informativa delle forze dell’ordine
Saranno comunque le immagini delle videocamere di sorveglianza acquisite dalla Digos a fare chiarezza su quanto avvenuto due notti fa a Trastevere. Le quattro vittime hanno raccontato di essere state circondate e picchiate perché indossavano la maglietta del Cinema America ritenuta dagli aggressori «un simbolo antifascista». Nelle prossime ore sarà inviata ai pm di Roma una prima informativa dei carabinieri. Al momento a piazzale Clodio non è stato formalmente aperto alcun procedimento.

GUARDA IL VIDEO - Aggressione ai ragazzi del Cinema America, le reazioni dei residenti

La solidarietà di Virginia Raggi
«Piena solidarietà ai ragazzi del Cinema America aggrediti ieri sera. Un atto vile e barbaro, che bisogna condannare fermamente. Il pensiero e la libertà di espressione nulla hanno a che vedere con la violenza. Roma è una città aperta e inclusiva», ha scritto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, commentando su Twitter l’aggressione della notte scorsa nei confronti di due ragazzi che indossavano le magliette del Piccolo Cinema America, il progetto nato dall’iniziativa di alcuni giovani per portare il grande schermo nelle piazze della
Capitale.

Zingaretti: il fatto non va sottovalutato
«Non va sottovalutato quello che è successo ieri sera a Roma», ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti, dove «quattro ragazzi che sono stati
picchiati e insultati» da una decina di persone, nel quartiere di Trastevere, perché indossavano una t-shirt, definita anti-fascista, del Cinema America.

Stasera in piazza con le magliette anche Jeremy Irons
«Stasera tutti a piazza San Cosimato con la maglietta rossa del Cinema America per esprimere solidarietà ai ragazzi picchiati la scorsa notte proprio perché indossavano le nostre magliette», ha detto Valerio Carocci, presidente del Piccolo America. «Stasera sarà nostro ospite Jeremy Irons - aggiunge - per
presentare 'Io ballo da sola', in omaggio a Bernardo Bertolucci». Anche Irons indosserà la maglietta amaranto simbolo del Cinema America. «Sono stufo e arcistufo di persone che la prendono troppo dura a destra e a sinistra - ha detto l’attore britannico -, sembrano avere così poco cervello messi tutti insieme».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti