obiettivi centrati

Ai lavoratori del gruppo Stellantis in Italia premio di efficienza da 1.370 euro

Il bonus destinato tra gli altri ai lavoratori degli stabilimenti di Pomigliano e Verrone che per il sesto anno consecutivo hanno raggiunto l'eccellenza, cui si aggiunge quest'anno lo stabilimento Teksid di Carmagnola

Fca, dal referendum di Mirafiori a Stellantis attraverso gli occhi degli operai

1' di lettura

Buone notizie per i dipendenti italiani di Stellantis, la multinazionale dell’auto nata dalla fusione tra i gruppi Psa e Fiat Chrysler Automobiles: per loro è in arrivo un premio di poco inferiore al 6% della retribuzione di riferimento, che corrisponde a circa 1.370 euro medi. La politica retributiva, introdotta nel luglio del 2015 e confermata dal rinnovo del 2019, prevede di far partecipare direttamente tutti i dipendenti ai risultati di produttività e qualità del gruppo.

In evidenza gli stabilimenti di Pomigliano e Verrone

Il bonus è relativo agli obiettivi di efficienza produttiva previsti dal Contratto collettivo specifico di lavoro. I risultati variano a seconda delle performances, misurate con il sistema Wcm (World Class Manufacturing), realizzate da ogni singola unità produttiva. Come specificato in una nota, sono confermati i risultati della maggior parte degli stabilimenti produttivi del gruppo, tra i quali ancora una volta si distinguono Pomigliano e Verrone che per il sesto anno consecutivo hanno raggiunto l'eccellenza, cui si aggiunge quest'anno lo stabilimento Teksid di Carmagnola. La politica retributiva, introdotta nel luglio del 2015 e confermata dal rinnovo del 2019, prevede di far partecipare direttamente tutte le persone ai risultati di produttività e qualità del gruppo Stellantis.

Loading...

Ficco (Uilm): nonostante epidemia premio cresce

“È una notizia estremamente positiva che, nonostante i problemi legati all'epidemia il premio di Stellantis continui a crescere”. Così Gianluca Ficco, responsabile auto della Uilm. “Ciò attesta la bontà di quanto contrattato nel 2019, nell'ultimo accordo di rinnovo del contratto collettivo specifico di lavoro, nonché l'efficacia degli sforzi perseguiti negli stabilimenti italiani per mantenerli competitivi”, aggiunge Ficco.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti