ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRapporto 2022

Aie: slancio rinnovabili senza precedenti. Saranno la prima fonte di energia nel 2025

Il mondo è destinato ad aggiungere tanta energia rinnovabile nei prossimi 5 anni quanta ne ha avuta negli ultimi venti

di Alessandra Capozzi

: “Rinnovabili scelta di indipendenza”

4' di lettura

La crisi energetica globale, innescata dall’invasione russa dell’Ucraina, ha determinato uno slancio senza precedenti per le energie rinnovabili, con una capacità totale mondiale destinata quasi a raddoppiare nei prossimi cinque anni, con il sorpasso, lungo il percorso, sul carbone come principale fonte di generazione di elettricità e contribuendo a mantenere viva la possibilità di limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C.

Lo scatto delle rinnovabili

L'Aie, Agenzia internazionale per l'Energia, ha presentato il nuovo rapporto «Renewables 2022», secondo cui il mondo è destinato ad aggiungere tanta energia rinnovabile nei prossimi 5 anni quanta ne ha avuta negli ultimi venti. L’espansione della capacità rinnovabile nei prossimi cinque anni sarà molto più veloce di quello che ci si aspettava solo un anno fa. Nel 2022-2027 si vedono le rinnovabili in crescita di quasi 2400 GW nella previsione principale, osserva l’Aie, pari all’intera capacità di potenza installata dalla Cina oggi. È un’accelerazione dell’85% rispetto ai cinque precedenti anni, e quasi il 30% in più rispetto a quanto previsto nel rapporto dello scorso anno: è la più grande revisione al rialzo di sempre.

Loading...

Prima fonte di elettricità nel 2025

Le energie rinnovabili sono destinate a diventare la più grande fonte di generazione globale di elettricità entro l’inizio del 2025, superando il carbone. Si prevede che la loro quota nel mix energetico aumenterà di 10 punti percentuali nel periodo di previsione, raggiungendo il 38% nel 2027. L’elettricità da eolico e solare fotovoltaico sarà più che raddoppiata nei prossimi cinque anni, fornendo quasi il 20% della produzione globale di energia nel 2027. Queste tecnologie variabili rappresentano l’80% dell’aumento globale della produzione rinnovabile nel periodo di previsione, il che richiederà ulteriori fonti di energia flessibilità del sistema. Nel frattempo, la crescita delle energie rinnovabili dispacciabili, tra cui energia idroelettrica, bioenergia, geotermica e solare a concentrazione, rimane limitata nonostante il loro ruolo fondamentale nell’integrazione dell’eolico e del solare fotovoltaico nei sistemi elettrici globali.

La capacità di potenza installata del solare fotovoltaico è pronta a superare quella del carbone entro il 2027, diventando la più grande al mondo. Nonostante gli attuali maggiori costi di investimento dovuti agli elevati prezzi delle materie prime, il fotovoltaico solare su larga scala è l’opzione meno costosa per la nuova generazione di elettricità in una significativa maggioranza di paesi in tutto il mondo.

Birol: crisi energetica punto di svolta

«Le energie rinnovabili si stavano già espandendo rapidamente, ma la crisi energetica globale le ha proiettate in una nuova straordinaria fase di crescita ancora più rapida mentre i Paesi cercano di capitalizzare i loro vantaggi in termini di sicurezza energetica. Il mondo è pronto ad aggiungere tanta energia rinnovabile nei prossimi 5 anni quanta ne ha avuta nei precedenti 20 anni» afferma il direttore esecutivo dell’Aie, Fatih Birol. «Questo è un chiaro esempio di come l’attuale crisi energetica possa rappresentare un punto di svolta storico verso un futuro sistema energetico mondiale più pulito e sicuro. La continua accelerazione delle energie rinnovabili è fondamentale per aiutare a mantenere la porta aperta per limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C».

La guerra in Ucraina, spiega il Report, ha rappresentato un momento decisivo per le rinnovabili in Europa con Governi e imprese stanno cercando di sostituire rapidamente il gas russo con alternative. Si prevede che la quantità di capacità di energia rinnovabile aggiunta in Europa nel periodo 2022-27 sarà il doppio rispetto al quinquennio precedente, guidata da una combinazione di preoccupazioni per la sicurezza energetica e ambizioni climatiche. Una diffusione ancora più rapida di fotovoltaico, eolico e solare potrebbe essere raggiunta se gli Stati membri dell’Ue attuassero rapidamente una serie di politiche, tra cui la semplificazione e la riduzione dei tempi di autorizzazione, il miglioramento della progettazione delle aste e la fornitura di una migliore visibilità sui programmi delle aste, nonché il miglioramento dei sistemi di incentivi per il supporto del solare sui tetti.

Cina protagonista

Al di là dell’Europa, la revisione al rialzo della crescita dell’energia rinnovabile per i prossimi cinque anni è guidata anche da Cina, Stati Uniti e India, che stanno tutti attuando politiche e introducendo riforme normative e di mercato più rapidamente di quanto previsto in precedenza per combattere la crisi energetica. Come risultato del suo recente quattordicesimo piano quinquennale, la Cina dovrebbe rappresentare quasi la metà delle nuove rinnovabili globali aggiunte di capacità di potenza nel periodo 2022-2027. Nel frattempo, lo US Inflation Reduction Act ha fornito nuovo supporto e visibilità a lungo termine per l’espansione delle rinnovabili negli Stati Uniti.

Lo scenario accelerato

Il rapporto presenta anche uno scenario accelerato in cui la capacità di energia rinnovabile cresce di un ulteriore 25% rispetto alla previsione principale. Nelle economie avanzate, questa crescita più rapida richiederebbe di affrontare diverse sfide normative e autorizzative e una più rapida penetrazione dell’elettricità rinnovabile nei settori del riscaldamento e dei trasporti. Nelle economie emergenti e in via di sviluppo, significherebbe affrontare le incertezze politiche e normative, la debole infrastruttura di rete e la mancanza di accesso a finanziamenti a prezzi accessibili che ostacolano i nuovi progetti.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti