Pmi ad alto potenziale

Aim ai raggi X: l’avellinese Sciuker mette a frutto lo sbarco sul listino

Ecco le strategie del produttore campano di finestre ecosostenibili : aperture in Cina, collaborazioni con la Spagna, nuovi showroom in giro per l’Italia e accordi commerciale con un’altra società dell’Aim, Abitare In, per progetti milanesi. E conti? I primi 9 mesi del 2019 sono stati brillanti, con ricavi saliti del 30% a 8,7 milioni. Nel primo semestre il fatturato era balzato del 51,4% a 6,3 milioni, l'ebit del 73,1%

di Valeria Novellini


default onloading pic

4' di lettura

Tra le società dell'Aim Italia che si sono “date da fare” successivamente all'Ipo occorre citare per prima Sciuker Frames, attiva nella produzione di finestre ecosostenibili. La società avellinese ha messo in opera una strategia a tutto tondo che comprende sia l'ampliamento della rete di vendita in Italia, sia innovazioni produttive, sia infine lo sbarco in Cina con l'aiuto di un partner locale. E non mancano gli ormai tradizionali contratti con un'altra società dell'Aim Italia, Abitare In.

Ampliamento rete vendita

Sciuker Frames ha inaugurato a Napoli, nell'esclusiva Via dei Mille (quartiere Chiaia), il primo “Sciuker Frames Finestre Store”, ed un secondo nella città partenopea sarà prossimamente aperto nel quartiere del Vomero; intanto già nel 2019 sarà inaugurato un punto vendita a Bari nel quartiere Murat. Il partner Pontina Infissi ha poi riservato a Sciuker Frames un'area di 150 mq. (su un totale di 450) nel nuovo spazio espositivo di Latina. Ma le vendite di infissi top di gamma non possono bastare a sostenere lo sviluppo futuro e, così, a fine ottobre è stato siglato un accordo con un primario operatore della GDO di prodotti per la ristrutturazione della casa al fine di commercializzare una nuova gamma di finestre basic realizzate ad hoc.

Le collaborazioni spagnole

Sotto il profilo produttivo, è stato realizzato con la collaborazione del gruppo spagnolo Barberan un nuovo impianto altamente automatizzato che riduce dell'80% i tempi di lavorazione, incrementa del 70% la capacità produttiva, ottimizza la gestione del magazzino ed in più consente un significativo risparmio energetico. In tale impianto saranno prodotti infissi con la tecnologia Overlap Thermal Profile (per cui è stata ottenuta l'estensione del brevetto a livello europeo), consistente nell'applicazione termoprofilata di una lamina in lega di alluminio (legatec) sulla parte esterna del profilo in legno degli infissi.

Prodotti specifici per i mercati esteri e sbarco in Cina

Per i mercati esteri è poi stata studiata la prima “finestra in kit” Smart 69 in legno-alutherm (alluminio termico) brevettato, con garanzia ventennale e destinata al comparto dei serramentisti che possono completarne l'assemblaggio con gli altri elementi standard (vetro, ferramenta e guarnizioni); sono state già avviate alcune partnership commerciali in Spagna con gruppi di carpenteria e sono stati testati con successo anche i mercati di Israele, Egitto e Cina.

Proprio la Cina è una grande sfida per un'azienda di piccole dimensioni come Sciuker Frames (che ha provveduto a depositarvi il marchio), e in tale ambito è molto importante l'accordo concluso a fine giugno con il secondo produttore cinese di finestre di legno, Wind Constructions Building Materials, grazie al quale è avvenuta la partecipazione alla principale fiera cinese di settore, la Fenestration Bau di Shanghai, e prossimamente anche alla Guangzhou Design Week presso la quale potrà avvenire il contatto con architetti interessati al design edilizio “Made in Italy”. Intanto sono stati presi contatti con 20 dealer che dovrebbero costituire la base della rete di vendita in Cina, con i primi ordinativi previsti a fine 2019 e benefici in termini di vendite attesi nel primo semestre 2020.

Risultati positivi nel semestre e nei primi 9 mesi del 2019

Tutte queste attività si rifletteranno nei conti futuri di Sciuker Frames, ma già i primi 9 mesi del 2019 sono stati brillanti, con ricavi saliti del 30% a 8,7 milioni. Nel primo semestre il fatturato era balzato del 51,4% a 6,3 milioni, l'ebit del 73,1% a 493.000 euro e l'utile netto aveva raggiunto 151.000 euro (+45,2%, nonostante un tax rate passato dal 43,8% al 55,1%). Gli investimenti effettuati hanno però portato anche a un aumento dell'indebitamento finanziario netto, che al 30 giugno 2019 era pari a 6,6 milioni (di cui circa 0,6 milioni derivanti dall'applicazione del principio contabile IFRS 16 sui leasing operativi), a fronte dei 5,3 milioni di fine 2018. Al 30 giugno 2019 il patrimonio netto ammontava a 7,8 milioni, e pertanto la società non si trovava in situazione di tensione finanziaria.

Peraltro a fine luglio Sciuker Frames ha ottenuto dal Ministero per lo Sviluppo Economico un finanziamento di circa 3 milioni nell'ambito Macchinari Innovativi del Piano Nazionale Impresa 4.0, di cui 1 a fondo perduto e i rimanenti a tasso agevolato senza interessi. Dal vantaggio fiscale dell'iperammortamento previsto dalla Legge di Bilancio 2019 dovrebbe poi derivare un ulteriore beneficio di oltre 1 milione.

Nuovi contratti di fornitura con Abitare In per le finestre Skill

Infine, dopo la consegna avvenuta a fine luglio degli infissi relativi al progetto “Abitare In Maggiolina” per un controvalore di quasi 1,4 milioni, Sciuker Frames sarà fornitrice anche degli infissi di altri due progetti a cura dell'innovativa società immobiliare milanese Abitare In: “Milano City Village” (per un ammontare di circa 1,7 milioni) e “Trilogy Towers” (oltre 1 milione di controvalore). Entrambi i progetti edilizi sono stati già completamente commercializzati a cura di Abitare In. Il portafoglio ordini di Sciuker Frames al 30 settembre 2019, pari a 11 milioni (+30% rispetto alla stessa data del 2018), includeva solo il primo dei due nuovi ordini, dato che il secondo accordo con Abitare In è stato siglato a metà ottobre.

Per tutti questi progetti sarà fornita da Sciuker Frames la linea di finestre ecosostenibili Skill (in legno legatec con esterno in lamina di alluminio e tecnologia brevettata Overlap Thermal Profile), che non a caso ha trainato i ricavi del primo semestre 2019 giungendo a generare il 55% del giro d'affari rispetto al 37% dello stesso periodo del 2019, a scapito per lo più della linea Isik (finestre in legno alluminio e infissi in legno vetro dal design minimale) che è passata dal 41% al 25%.

Facile pensare che i due nuovi contratti di fornitura con Abitare In incrementeranno ulteriormente il peso della linea Skill, e ulteriori opportunità sorgono dall'ambizioso piano industriale dell'immobiliare milanese che ha attualmente una pipeline di 15 progetti in via di sviluppo ed ha da poco annunciato il nuovo progetto “Homizy” per la realizzazione di appartamenti in co-living destinati agli young professionals fra i 18 e i 35 anni di età.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...