PMI & sostenibilità

Aim ai raggi X: Reti entra nel mondo delle BCorp

La società, con un punteggio di 82.4 punti, è la prima emittente italiana quotata che ottiene il riconoscimento attribuito a 3.790 aziende BCorp nel mondo

di Lucilla Incorvati

(NicoElNino - stock.adobe.com)

2' di lettura

L’azienda Reti, negoziata sul listino Aim Italia, ha ottenuto la certificazione di BCorp (punteggio 82.4), prima quotata italiana a potersi fregiare di questo titolo. La società è tra i principali player italiani nel settore dell’IT Consulting, specializzata nei servizi di system integration. Ottenere la certificazione BCorp è il completamento di un percorso di valutazione che identifica quelle aziende che rispettano i più rigorosi standard di trasparenza e sostenibilità, a testimonianza di una prassi aziendale e di business che incorpora, nella propria strategia, obiettivi di impatto sociale e ambientale positivo.

La verifica di B Lab

lI riconoscimento ottenuto arriva dopo un rigoroso processo di verifica da parte di B Lab, ente non profit che promuove il modello B Corp in tutto il mondo, che ha misurato la capacità di Reti di creare profitto in modo responsabile, restituendo effettivo valore alla collettività.

Loading...

La società diventa entra così a far parte del gruppo delle 3.790 B Corp che, a livello mondiale, vogliono riscrivere il modo di fare impresa con l’obiettivo di creare valore per le persone, le comunità, e l’ambiente, parallelamente al perseguimento dei risultati economici.

Reti è anche società Benefit

La certificazione B Corp prevede un rinnovo triennale, coerentemente con quanto annunciato in fase di Ipo e completa un percorso avviato da Reti nel corso del 2020 attraverso l’adozione dello status giuridico di società benefit, che ha permesso di includere nell’oggetto societario lo scopo di creazione di valore per gli stakeholder, oltre che per gli azionisti, caratteristico delle aziende a duplice finalità.

«Siamo fieri di questo importante traguardo che interessa l’intera azienda in ogni sua divisione. Una conferma del nostro impegno ad operare con trasparenza, responsabilità, interdipendenza ed inclusione e ci sprona a proseguire nelle pratiche e nei comportamenti virtuosi alla base del nostro progetto di crescita e del nostro modo di fare impresa - spiega Bruno Paneghini, presidente e amministratore delegato di Reti -. Essere un’azienda B Corp conferma che è possibile offrire ai clienti innovazione tecnologica in modo sostenibile»

Ad affiancare la società nel percorso di certificazione, il team di Nativa, la Regenerative Innovation Company dedicata ad accelerare una trasformazione positiva dei modelli economici, che continuerà a supportare Reti nel continuo miglioramento del proprio profilo di sostenibilità.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti