ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTRASPORTO AEREO

Air France-Klm, ricerca della nuova governance in un clima di tensioni

La compagnia olandese festeggia il compleanno in mezzo alle tensioni con il partner francese

di Mara Monti


Alitalia: verso nuovo prestito, scadenza 15/10 a rischio

3' di lettura

AMSTERDAM - I governi francese e olandese stanno studiando una nuova struttura di governance tra Air France-Klm in un clima di “tensione” in attesa del piano strategico delle due compagnie, atteso il prossimo mese. Venerdì scorso l’alto funzionario della delegazione francese Martin Vial ha dichiarato che i Paesi Bassi «dovrebbero scegliere» tra Klm e la holding Air France-Klm, aggiungendo: «Vogliamo una normalizzazione della struttura del capitale perché l’attuale è sbilanciata» a favore di Klm. Parole al vetriolo giunte a pochi giorni dalle celebrazioni per i 100 anni di Klm che si sono svolte ad Amsterdam.

«Sì, ci sono tensioni», ha dichiarato il direttore generale di Air France-Klm, il canadese Ben Smith, durante la conferenza stampa congiunta all’Hangar 10 dell’aeroporto di Amsterdam, Schiphol. «Penso che quando ci sono due compagnie aeree così importanti per i rispettivi paesi è naturale che ogni governo voglia proteggere i propri interessi».

In quale direzione al momento non è chiaro. Di fatto le relazioni tra le due compagnie sono peggiorate dallo scorso febbraio quando i Paesi Bassi hanno rilevato di nascosto il 14% di Air France-Klm, portando la loro quota pari a quella detenuta dai francese. Un’azione di forza che Parigi non ha digerito. Per stemperare le tensioni, successivamente i due paesi hanno concordato di esaminare lo stato delle loro partecipazioni e la struttura del capitale. È stato, quindi, istituito un gruppo di lavoro su governance, rappresentanza del consiglio di amministrazione, gli hub di Parigi e Amsterdam e la strategia dei due vettori dal momento che da quando Air France e Klm hanno unito le forze nel 2004, entrambe hanno continuato ad operare nella quasi completa indipendenza .

Elbers il festeggiato, seduto a fianco di Smith, non ha gradito il regalo giunto da Parigi, ma non ha voluto rovinare le celebrazioni. A chi gli ha chiesto un commento sulle tensioni in corso, si è limitato a dire che è un buon passo avanti vedere che Parigi e L’Aia stanno discutendo. «L’importante è che ci sia un confronto tra il governo olandese che è il nuovo azionista e il governo francese azionista di lungo corso. La cosa importante è andare avanti come gruppo garantendo i vantaggi alle singole compagnie aeree».

Il clima sembrava tornato cordiale fin quando al canadese non è stato chiesto di commentare la differenza di efficienza tra Klm e la consociata Air France. C’è sempre spazio per miglioramenti, è stata la risposta. «Di certo non siamo la società più efficiente in Europa» soprattutto se paragonati a Lufthansa, Iag, easyJet e Ryanair, ha aggiunto.

Su un punto entrambi sembrano non avere dubbi, ovvero il modello vincente per il futuro resta quello delle partnership tra le compagnie aeree come la joint venture istituita per i voli sul Nord Atlantico insieme a Virgin Atlantic e Delta Air Lines e a cui dovrebbe partecipare anche Alitalia. A questo proposito, Smith ha detto che Air France-Klm non ha alcun ruolo nel piano di salvataggio della controparte italiana Alitalia.

Per quanto riguarda il piano francese di introdurre una tassa sui voli a favore dell’ambiente non è una buona idea secondo Smith perché le decine di milioni di euro che le compagnie saranno costrette a pagare allo Stato potrebbero essere investite nel rendere l’aviazione più sostenibile.

Sul futuro dell’aviazione, il canadese si è mostrato scettico sugli sviluppi del volo elettrico sul modello espresso da EasyJet di volere trasportare i passeggeri in scatole elettriche entro il 2027. Al contrario il capo della Klm Pieter Elbers non si è mostrato freddo di fronte all’ambizione degli inglesi, ma ha detto di preferire altri metodi per rendere l’aviazione più pulita.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...