COMPAGNIE AEREE

Air Italy, ipotesi Ryanair. Patuanelli: «Prolungare l’attività»

La compagnia low cost irlandese aveva tentato l’approccio anche con Alitalia. Il ministro per lo Sviluppo economico Patuanelli: «Si lavora per prolungare l’attività».

di Mara Monti


default onloading pic
(ANSA)

2' di lettura

Il primo a farsi avanti nella vicenda Air Italy potrebbe essere Ryanair che domani ha convocato una conferenza stampa urgente a Milano dopo l’annuncio della liquidazione del vettore italiano da parte dei soci Qatar Airways e Alisarda. Da Dublino arriveranno David O’Brien e Chiara
Ravara, rispettivamente chief commercial officer e head of sales & marketing della compagnia.
Il vettore insieme ad Alitalia e ad easyJet riproteggerà i passeggeri di Air Italy già in possesso del biglietto aereo. Un tempismo tipico della low cost irlandese che già nella vicenda Alitalia si era proposta per rilevarne gli slot in Italia, oltre ad avere tentato di acquisire Air Berlin al tempo del fallimento della compagnia tedesca operazione che non andò in porto perché vennero preferite easyJet e Lufthansa.

Ryanair è invece riuscita a mettere le mani sulla compagnia austriaca Lauda Motion dismessa dopo il fallimento del progetto europeo di Ethiad. La strategia del vettore, come più volte ricordato dallo stesso chairman Michael O’Leary è quello di creare una holding sull’esempio di IAG (British Airways, Iberia, Vuelig, Air Lingus) con all’interno vettori territoriali : al momento nel gruppo Ryanair oltre a Lauda Motion fanno parte Malta Air e la polacca Buzz.

Evitare la liquidazione è una priorità del governo e si lavora per trovare una soluzione per non lasciare a casa 1400 dipendenti del vettore impiegati tra Milano e Olbia. Questa mattina incontro al Mit con il ministro dei Trasporti Paola De Micheli,la sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde, e il presidente di Enac, Nicola Zaccheo con i liquidatori Enrico Laghi e Franco Lagro durante il quale si è preso atto della decisione irrevocabile degli azionisti, Qatar Airway con il 49% e Alisarda con il 51 per cento. I lavoratori del vettore hanno tenuto presidi a Malpensa e a Olbia mentre tutti i sindacati in coro hanno chiesto di mettere in sicurezza i lavoratori. In serata il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli ha confermato che si lavora «per posticipare e prolungare il piú possibile l’operatività della compagnia».

Nel ribadire che «obiettivo prioritario del governo è il lavoro», i dicasteri interessati hanno convocato per la prossima settimana i sindacati e i rappresentanti delle due Regioni coinvolte, Sardegna e Lombardia
«per un ulteriore approfondimento delle proposte oggi avanzate», si legge in una nota. Il governo ha ribadito ai commissari di Air Italy «la sua forte irritazione per le modalità di gestione della vicenda e il mancato coinvolgimento delle istituzioni».

La regione Sardegna, già impegnata a difendere la continuità territoriale, si è fatta avanti alla luce della disponibilità di Qatar Airways di sostenere il rilancio e la crescita della compagnia aerea, senza escludere la possibilità di entrare nel capitale sociale di Air Italy. Ma fonti vicine al vettore qatarino hanno fatto sapere che l’ipotesi è esclusa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...