ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTRASPORTO AEREO

Airbus, contratto con Emirates per 15 aerei A350-900 da 6 miliardi di dollari

Scelta la versione più piccola dopo le critiche del presidente della compagnia emiratina ai motori Rolls-Royce

di Mara Monti

3' di lettura

Alla fine l’accordo tanto atteso del Salone dell’aeronautica di Dubai è arrivato e porta ancora una volta la firma di Emirates che all’ultimo minuto ha piazzato un ordine di 15 A350-900 facendo salire la commessa totale con il costruttore di Tolosa a 65 aeromobili. La compagnia aerea prenderà in consegna il primo aereo nell’agosto 2024 e le consegne si estenderanno fino all’inizio del 2028. Valore del contratto 6 miliardi di dollari, secondo quanto annunciato la stessa compagnia.

La lunga trattativa si è chiusa con un numero minore di aerei e nella versione più piccola del widebody di Airbus - la 900 e non la 1000 - quest’ultima ritenuta non rispondente alle esigenze del vettore.

Loading...

Il tema dei motori Rolls-Royce

Alla vigilia del salone, la compagnia emiratina era pronta a firmare un contratto per 50 aerei della versione dell’A350-1000, ma la trattativa ha preso una piega diversa dopo le parole del presidente Tim Clark che ha definito il mega jumbo “difettoso” a causa dei motori Rolls-Royce Trent XWB-97 e dei suoi cicli di manutenzione «eccessivamente frequenti» per sostenere le elevate temperature dell’area mediorientale. «Lavoreremo a stretto contatto con Airbus e Rolls-Royce per garantire che i nostri aerei offrano la migliore efficienza operativa» ha detto Emirates in un comunicato. Un rappresentante di Rolls-Royce ai giornalisti ha dichiarato: «Continuiamo a migliorare e a investire nei nostri motori e l’XWB-97 sull’A350-1000 non fa eccezione».

La società inglese terrà a fine mese un incontro con gli analisti durante il quale è probabile che maggiori dettagli emergeranno.

Emirates protagonista del Salone di Dubai

L’A350 appartiene alla categoria di velivoli a lungo raggio con una capacità di 300-410 posti e in grado di coprire fino a 9.700 miglia nautiche.

Emirates si conferma il grande protagonista del 18mo Salone dell’aeronautica: con gli ordini già annunciati per 95 widebody della Boeing, il vettore ha messo sul piatto 58 miliardi di dollari per 110 ulteriori velivoli portando a 310 gli aerei ordinati per la sua flotta a lungo raggio, composta esclusivamente da velivoli widebody

L’appuntamento del Dubai AirShow ha rappresentato la ripresa delle grandi commesse per gli aerei a lungo raggio i più colpiti durante la crisi Covid, insieme alle compagnie del Golfo che impiegano soprattutto velivoli widebody. Non hanno fatto eccezione i vettore africani come Ethiopian Airlines che ha piazzato un ordine per 67 aerei tra Airbus e Boeing, il più grande della sua storia, tra cui quattro A350-1000 e 11 A350-900. Con Boeing la compagnia africana ha scelto 11 B787 Dreamliner a cui si sono aggiunti 20 B737 dimostrando il ritorno di fiducia nei confronti del costruttore americano dopo l’incidente del 2019 in cui morirono 157 persone a bordo del velivolo. Era il secondo incidente mortale per il 737 MAX in cinque mesi portando allo stop del modello in tutto il mondo. Oggi il ceo della Ethiopian Airlines Mesfin Tasew ha espresso fiducia nell’aereo. «Crediamo di aver verificato e confermato che il difetto di progettazione di quell’aereo è stato totalmente corretto da Boeing».

Secondo il Commercial Market Outlook di Boeing, nei prossimi 20 anni i paesi africani avranno bisogno di almeno 1.200 aerei per rinnovare e ampliare la flotta per sostenere la crescita complessiva del traffico al 7,2% entro il 2042 superiore al tasso di crescita medio globale prevista al 6,1 per cento.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti