ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùgli stimoli post-covid

Aiuti a turismo e real estate, piano da 30 miliardi di sterline a Londra

Il cancelliere dello Scacchiere Sunak ha presentato un piano da 30 miliardi per rilanciare l’economia britannica e sostenere l’occupazione dopo lo shock da coronavirus

di Nicol Degli Innocenti

La Gran Bretagna toglie la quarantena ai Paesi Ue, non agli Usa

Il cancelliere dello Scacchiere Sunak ha presentato un piano da 30 miliardi per rilanciare l’economia britannica e sostenere l’occupazione dopo lo shock da coronavirus


3' di lettura

LONDRA - Rilanciare l’economia e sostenere l’occupazione soprattutto giovanile: questa l’ambizione del piano presentato dal cancelliere dello Scacchiere britannico Rishi Sunak per contrastare l’impatto negativo dell’epidemia di coronavirus.

«Mi rifiuto di accettare che la disoccupazione sia una conseguenza inevitabile della crisi», ha dichiarato Sunak in Parlamento, annunciando un piano da 30 miliardi di sterline per tutelare i posti di lavoro esistenti e crearne di nuovi.

Il cancelliere era già intervenuto con decisione all’inizio dell’emergenza Covid-19 con una serie di interventi tra cui il “furlough”, una cassa integrazione che ha salvato 11 milioni di posti di lavoro facendo pagare allo Stato l’80% degli stipendi.

Sostegno e incentivi all’occupazione

In autunno il furlough terminerà, perché «prolungarlo a oltranza sarebbe irresponsabile», ha detto Sunak, che ha annunciato però che i datori di lavoro che manterranno i posti di lavoro esistenti riceveranno mille sterline di bonus per ogni dipendente. «Il nostro messaggio alle imprese è semplice -, ha detto -. Se sosterrete i vostri dipendenti noi sosterremo voi».

Sunak ha anche annunciato misure per incentivare l’occupazione giovanile evitando che la crisi crei «una generazione perduta». Un piano da 2 miliardi di sterline incoraggia i datori di lavoro a offrire un impiego a centinaia di migliaia di giovani tra i 16 e i 24 anni, usando fondi statali per pagare il salario minimo per almeno 25 ore a settimana. Le imprese riceveranno inoltre mille sterline per ogni apprendista per uno stage dai tre ai sei mesi e un bonus di duemila sterline per reclute sopra i 25 anni.

Sunak, astro in ascesa del partito conservatore, ha ribadito ieri che «non è tempo di dogmi e ideologie» e il massiccio intervento dello Stato nell’economia continua a essere necessario, anche a costo di far salire il debito pubblico a livelli record.

Il piano per sostenere l’economia sarà verde, con 3 miliardi di sterline destinati a incentivare l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, ridurre le emissioni nocive degli edifici pubblici e concedere finanziamenti a fondo perduto fino a 5mila sterline per ogni casa privata per migliorare l’isolamento termico e acustico delle abitazioni, sostenendo così 140mila posti di lavoro.

Niente imposta di registro per l’immobiliare

Per rilanciare il settore immobiliare, che ha visto il primo calo dei prezzi da otto anni, il cancelliere ha annunciato che lo “stamp duty”, l’imposta di registro, non dovrà essere pagata per acquisti inferiori alle 500mila sterline. La misura ha effetto immediato e resterà in vigore fino al 21 marzo 2021.

L’economia britannica è stata duramente colpita dall’epidemia, che ha provocato la morte di 45mila persone e ha portato a una contrazione del Pil del 25% tra marzo e aprile, durante il periodo di lockdown. «La perdita in due mesi è stata equivalente alla crescita dei 18 anni precedenti», ha sottolineato Sunak.

Iva tagliata per ospitalità e turismo

L’economia britannica è basata sui consumi. Ora che le misure restrittive sono state allentate, il Governo vuole incoraggiare la ripresa e incentivare i consumatori a spendere. Per questo Sunak ha annunciato una riduzione dell’Iva dal 20% al 5% mirata a sostenere il settore dell’ospitalità e turismo, che è stato particolarmente penalizzato dal lockdown. Sunak ha anche invitato tutti ad andare fuori a pranzo e a cena, dichiarando che nel mese di agosto lo Stato pagherà il 50% del conto dei pasti al ristorante o al pub nei giorni feriali. «Questo è un momento unico e bisogna essere creativi», ha detto.

Con la Finanziaria d’autunno, ha anticipato il cancelliere, sarà il momento di pensare a come «rendere di nuovo sostenibili le finanze pubbliche», forse anche con aumenti delle tasse. E bisognerà anche assorbire le conseguenze di Brexit. Per il momento però il Governo continua a spendere.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti