Eicma 2019. Il salone di Milano

Al bivio tra passione e sostenibilità

Moto e scooter affrontano al pari delle automobili il cruciale nodo dell'elettrificazione. In vetrina a Rho Fiera fino a domenica prossima moltissimi modelli inediti in ogni categoria proposti dai big del settore

di Mario Cianflone


default onloading pic
La nuova Ducati Streetfighter V4 (a destra la versione S) che vanta un rapporto peso/potenza al top per una moto non carenata: 208 cavall e 178 chilogrammi. Il design è da naked dura e pura

4' di lettura

Milano capitale delle due ruote dal 7 al 10 novembre, date di apertura al pubblico dell’edizione 2019 di Eicma. La 77esima edizione dell’esposizione internazionale del ciclo e motociclo porta alla fiera di Rho-Milano il presente e futuro del settore, con un lungo elenco di attività connesse in città confermando lo spirito di Salone diffuso. Nei due giorni dedicati alla stampa si è respirato il trend positivo del comparto, in costante crescita e supportato dalle tante novità in arrivo in concessionaria.

L’elettrificazione sta diventando una parola chiave anche tra cicli e motocicli, seguendo quanto già vista nel settore delle quattro ruote, con la principale differenza legata all’importanza delle emozioni offerte anche in assenza di pistoni e sound dallo scarico. Oltre al mercato cresce anche Eicma, per la prima estesa su 8 padiglioni per un totale di 1800 marchi provenienti da 40 nazioni, tra cui la zona dedicata all’innovazione e al mondo delle start-up legate alle due ruote. Sempre di più infatti la tecnologia ha un ruolo attivo nel settore, contribuendo ad una trasformazione industriale che si lega a doppio filo con l’attenzione alle emissioni e in generale ad assicurare un’impronta maggiormente green all’intera filiera. Come tradizione gli scooter ricoprono il ruolo di leader del mercato ma la quota di mercato con le moto si è ridotta notevolmente rispetto al passato, oggi pari al 56% e lontana dall’oltre 70% di qualche anno. Questo cambiamento si spiega da una parte con il calo dei 50ini, la generazione Z è più attratta da smartphone e sharing mobility, e dall’altra con l’aumento delle motociclette grazie a cilindrate più abbordabili e a mezzi che sempre più spesso sostituiscono l’automobile nell’uso quotidiano.

Passando alle anteprime Ducati ha anticipato tutti, con la premiere a Rimini, dei modelli esposti a Eicma; tra tutte le novità presentate la più interessante è la Streetfighter V4, una super naked dal carattere sportivo e look aggressivo con il migliore rapporto peso/potenza del mercato: 208 cavalli, 12,5 kgm di coppia e 178 chili di peso. Arrivano anche la Panigale V2 spinta dal bicilindrico Superquadro da 955 cc, e la Scrambler Icon Dark 800cc.

Restando tra i costruttori nazionali Aprilia ha presentato la RS 660 e la concept Tuono 660, mentre Moto Guzzi propone la superaccessoriata V85 TT Travel e le nuove V7 III Stone S e V7 III Racer 10th Anniversary. Per il 2020 Mv Agusta porta in produzione, e al salone, la Brutale 1000 Rr, una naked quattro cilindri che si sente una vera Superbike Replica. In casa Piaggio riflettori puntati su gamma Beverly 2020, e su Vespa nelle versioni Primavera Sean Wotherspoon, Primavera Red, Racing Sixties ed Elettrica 70 km/h.

Tra i costruttori giapponesi Honda svela la Cbr1000rr-r Fireblade, completamente nuova e nata per la pista, e la rinnovata gamma Sh 125 e 150con carrozzeria e telaio nuovi e nuovi motori Euro5 più potenti ed efficienti. Kawasaki rinnova la Ninja 1000SX, la Z900 e la Ninja 650. Suzuki presenta la nuova V-Strom 1050/Xt, il cui stile distintivo incorpora elementi provenienti da due moto iconiche come la storica Dr-z e la leggendaria Dr-Big.

Allo stand Yamaha arrivano tante novità a partire dalla Hyper Naked Mt, la Mt-125 e l’aggressiva Mt-03, mentre per il prossimo anno rinnova la propria gamma nel segmento. Sul fronte scooter allarga la famiglia dei tre ruote con il concept Tricity 300 che è già pronto per approdare dai concessionari: la sospensione anteriore a doppio stelo per ruota e articolazione superiore a quadrilatero deformabile (in alluminio) è simile a quella impiegata dalla Niken, mentre il motore è quello dell’Xmax 300 (292 cc per quasi 30 cv). Il Tricity 300, omologato come triciclo, si potrà guidare con la sola patente B.. Tornando in Europa, Bmw presenta il concept di un Custom Cruiser (R 18/2), un nuovo scooter elettrico ma soprattutto sceglie di puntare sulle nuove F900 R e F900 XR, entrambe con un design piuttosto inusuale per la Casa tedesca, e soprattutto sulla S 1000 XR. In tema di sicurezza, non solo Yamaha punta sulla ruota in più: la svizzera Quadro porta a Eicma sei novità, tra cui l’eQooder, primo scooter elettrico con quattro ruote; dotato del motore prodotto dallo specialista statunitense Zero Motorcycles, ha un’autonomia di 150 km e una batteria che si ricarica in meno di sei ore. Notevole la potenza massima: oltre 60 cv per 110 Nm di coppia. Restando tra gli scooter elettrici l’italiana Askol lancia Dixy, sviluppato in collaborazione con Italdesign, nelle versioni Dixy1 da 1,5 kW e 45 km di autonomia e Dixy2 da 2,2 kW, e 71 km prima di dover ricaricare oltre alla possibilità di connettere il display digitale al telefono via Bluetooth.

La taiwanese Sym presenta a Eicma sette anteprime, tra cui la nuova generazione del Maxsym 400i, ora con motore Euro 5 da 33 cv Sempre da Taiwan, infine, arriva l’Agility 300, new entry nella famiglia dei ruota alta di Kymco. A tutto questo si aggiungono le novità sul fronte delle bici elettriche, il ricco calendario di spettacoli ed eventi nelle aree esterne e la possibilità di test drive.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...