ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’analisi

Al centro non il numero ma la qualità dei docenti

Avere insegnanti più qualificati potrebbe fare la differenza per combattere dispersione scolastica e bassi punteggi nei test internazionali

di Luisa Ribolzi

(Syda Productions - Fotolia)

2' di lettura

Il 12 settembre la maggior parte degli oltre sette milioni di studenti italiani farà ritorno a scuola, in una situazione di emergenza legata soprattutto alla carenza di docenti: si parla di circa 200mila posti che dovranno essere coperti, prima o poi, da supplenti. Ora, se l’emergenza è – come recita la Treccani – una «circostanza imprevista», tutto si può dire tranne che la mancanza di docenti sia da considerare imprevista, dal momento che si ripresenta tutti gli anni, nonostante le promesse. Eppure...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati