AUTO&CULTURA

Al MoMA di New York la Fiat 500 F del 1957 testimone della storia del design industriale


default onloading pic

1' di lettura


Dopo l'acquisizione da parte del MoMA di New York, avvenuta lo scorso anno, la Fiat 500 serie F prodotta tra il 1965 e il 1972 sarà per la prima volta esposta al pubblico all'interno della mostra “The Value of Good Design” che si svolgerà dal 10 febbraio al 27 maggio 2019 presso il famoso museo newyorkese. Lo sviluppo di auto affidabili ed economiche, come la 500, è stato fondamentale per la motorizzazione del continente europeo del dopoguerra. A

ttraverso il design e la sua centralità nella storia italiana degli anni '50, la Fiat 500 incarna molti dei tratti tipici del design modernista dell'epoca, collegandolo ai temi esplorati dalle collezioni esposte al MoMA. Comunemente ribattezzata “la Cinquecento”, l'auto è stata progettata da Dante Giacosa e lanciata nel 1957. Se si contano le altre versioni (Sport, D, L, R) di prima generazione, tra il 1957 e il 1975 ne sono stati prodotti in totale più di quattro milioni di esemplari.

“The Value of Good Design” racconta la storia del design industriale attraverso la raffinata collezione del MoMA. Caratterizzata dalla presenza di apparecchiature per la casa ed elettrodomestici, fino ad arrivare a ceramica, vetro, componenti elettronici, articoli sportivi, giocattoli e grafiche, la mostra esplora il potenziale democratizzante del design, partendo dalle iniziative Good Design del MoMA dalla fine degli anni '30 fino agli anni '50 mettendo in risalto prodotti contemporanei dal design elegante e dal buon rapporto qualità-prezzo. Contesto all'interno del quale la Cinquecento riveste un perfetto esempio in ambito automotive.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...