ipo da record

Bistecca vegana, Beyond meat record a Wall Street (+500%)

La società specializzata in hamburger vegetali è stata collocata a 25 dollari lo scorso aprile - Oggi vale 150 dollari

di Andrea Gennai


default onloading pic

2' di lettura

Dopo la cannabis è il turno degli hambuger vegetali. La Borsa americana ha ciclicamente bisogno di storie da cavalcare. Temi che si sposano perfettamente alla tanta voglia di speculare che aleggia sul mercato azionario. L’ultima scommessa è quella della carne vegetale e il titolo che ha attirato l’attenzione di investitori e trader è Beyond Meat. La società è sbarcata al Nasdaq con un prezzo di collocamento di 25 dollari ha iniziato una corsa forsennata che ha portato i prezzi fino a 200 dollari. Nelle ultime sedute sono scattate le prese di beneficio e oggi le azioni quotano 150 dollari, con un calo del 25% dai massimi. Evidentemente qualcuno ha portato a casa i lauti guadagni e anche tra gli analisti serpeggia grande prudenza almeno nel breve dopo un rally così violento e per certi versi ingiustificato, alla luce dei numeri presentati dal gruppo.

I numeri a confronto

Era almeno dal 2000 che un’Ipo (offerta pubblica) non registrava performance così mirabolanti da parte di una società con una capitalizzazione di almeno 200 milioni di dollari. Per il 2019 Beyond Meat stima ricavi per 210 milioni di dollari, secondo le ultime indicazioni fornite qualche settimana fa. Si tratta di ipotesi leggermente migliori del consensus degli analisti. Nel primo trimestre l’utile è stato di poco superiore a 10 milioni. Dal 2016, anno del lancio del primo prodotto, le vendite sono aumentate di ben 5 volte. Tutto questo è stato ampiamente incorporato dai prezzi con un balzo del 500% dei prezzi in poco meno di due mesi. Per effetto del violento strappo al rialzo la capitalizzazione è salita a oltre 9 miliardi di dollari. Da un punto di vista dei fondamentali, il prezzo sta quindi scontando ipotesi di crescita molto elevate e alcune case di investimento hanno iniziato a lanciare i primi allarmi. Ad esempio nelle settimane scorse Jp Morgan ha tagliato il giudizio a “neutrale” fissando un target price di 120 dollari: le motivazioni stanno tutte nelle valutazioni elevate raggiunte dal titolo nonostante le positive dinamiche dei multipli finanziari.

Il business

L’attività della società è quella di produrre hamburger a base vegetale che vengono poi distribuiti a livello internazionale. Nelle strategie aziendali uno dei pilastri è quello di offrire sempre nuovi prodotti. Da alcuni giorni ad esempio è disponibile il Beyond Beef a base vegetale. Si tratta di un prodotto composto da una combinazione di piante che includono proteine dei piselli, proteine del fagiolo e del riso integrale, progettato per fare da surrogato alla carne di manzo macinata .

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...